La Conferenza stampa di Tsipras alla Tv greca, 12 ore dopo l’accordo: vinta una battaglia, non la guerra

La Conferenza stampa di Tsipras alla Tv greca, 12 ore dopo l’accordo: vinta una battaglia, non la guerra

Alexis Tsipras, primo ministro greco, ha detto che il paese ha vinto una battaglia significativa, ma deve ancora vincere la guerra. Dodici ore dopo la firma dell’accordo a Bruxelles in seno all’eurogruppo, Alexis Tsipras ha voluto spiegare al popolo greco il senso di una decisione ponte, che tenterà di far uscire definitivamente la Grecia dall’era del rigore e dell’austerità imposta dalla Troika, per avviarsi finalmente verso un periodo di crescita.

“Abbiamo ottenuto che la Grecia fosse ricevuta con dignità”, ha detto Tsipras, aggiungendo che l’accordo ha posto termine a quell’irrealistico avanzo primario richiesto dal precedente programma di salvataggio del suo predecessore. “In effetti, si cancella l’austerità. In pochi giorni, abbiamo ottenuto tanto, ma la strada è ancora lunga. Abbiamo fatto il passo decisivo per cambiare il corso nell’eurozona. Ora i negoziati entrano in una fase nuova ed efficace”. Tsipras doveva tranquillizzare alcuni maldipancia presenti nello stesso partito di Syriza. In alcune frange, non si è considerata come una vittoria l’estensione di soli quattro mesi dell’accordo, e si ritiene – ha detto lo stesso Tsipras – che esso allontana una eventuale uscita dall’euro della Grecia, ma può comportare un prezzo ancora troppo elevato. Tsipras ha sottolineato, comunque, che nonostante un esito tutto sommato positivo, Atene è stata costretta a fare delle concessioni significative, compresa quella della riscrittura del suo debito, di 320 miliardi.

A sua volta, il portavoce del governo greco Gabriel Sakellaridis, nella mattinata di sabato, ha detto: “abbiamo battuto il tempo. L’economia greca e il governo greco non sono stati strangolati, come era nei piani originari, forse, dei centri politici esteri e dentro il paese”. L’accusa è chiara e forte: vi era, all’esterno e all’interno, chi navigava contro il successo del governo e del popolo greco.

Share

Leave a Reply