AdiR, esposto dei sindacati dopo la liquidazione di Assicurazioni di Roma

AdiR, esposto dei sindacati dopo la liquidazione di Assicurazioni di Roma
Le rappresentanze sindacali delle Assicurazioni di Roma e le organizzazioni di Roma e del Lazio Fisac Cgil, Fiba Cisl, Uilca Uil, Fna Snifia Ugl hanno presentato alla procura regionale del Lazio della Corte dei Conti un esposto per denunciare  il danno che deriverebbe alla cittadinanza e al Comune di Roma Capitale dalla liquidazione volontaria, voluta dal sindaco e dall’assessore al Bilancio, di Assicurazioni di Roma, compagnia pubblica in attivo ininterrottamente da 15 anni (22ml nel 2014) del valore economico attuale di 60 ml di euro. “Nell’audizione del sindacato presso le commissioni consiliari del 26 gennaio scorso è stata confutata la posizione del sindaco e dell’assessore con dovizia di dati tecnici e contabili, richiamando anche i tentativi di alienazione di AdiR da parte di precedenti amministrazioni, che venne già allora sconsigliata, proprio per motivi economici e funzionali, da un primario advisor internazionale” fa sapere in una nota la Fisac Cgil.
“Fino a oggi – prosegue la nota del sindacato – nessuna documentazione verificabile comparativa di costi e benefici che deriverebbero dalla liquidazione di AdiR è stata presentata dal sindaco, a parte un foglio “riservato”- tecnicamente risibile- dell’assessore al Bilancio che dovrebbe dimostrare le lacune di AdiR e che alcuni media in tempo reale hanno ampiamente e prontamente sbandierato per sostenere l’indispensabilità della liquidazione della Compagnia. Nelle fantasiose argomentazioni di questo foglio ovviamente non si tiene in alcun conto del fatto che sulla gestione tecnica e finanziaria di AdiR svolge una stringete vigilanza l’IVASS, l’autorità di vigilanza sulle assicurazioni, che controlla  trasparenza, affidabilità e perizia gestionale di Assicurazioni di Roma.
Sindaco e assessore non hanno ritenuto ancora di incontrare le organizzazioni sindacali come richiesto nell’audizione del 26 gennaio, sfuggendo a un confronto diretto che è dovuto ai lavoratori e alla cittadinanza di Roma. Incredibilmente nemmeno gli amministratori della compagnia, nominati dallo stesso sindaco, sono stati mai interpellati sulla vicenda.
La recente pervicace posizione del sindaco e dell’assessore al Bilancio – che ribalta l’impostazione diametralmente opposta, pienamente favorevole al ruolo di AdiR, sostenuta pubblicamente  solo alcuni mesi orsono dallo stesso sindaco in un’importante convegno sindacale – appare allo stato attuale opaca e contraddittoria.
Per questo le organizzazioni sindacali – conclude la nota – hanno ritenuto doveroso rivolgersi alla magistratura contabile, istituzione a tutela del bene pubblico e continueranno a sensibilizzare sull’argomento lavoratori, cittadinanza, forze politiche”.
Share

Leave a Reply