Niger, cristiani sotto attacco

Niger, cristiani sotto attacco

E’ sempre più grave il bilancio delle violenze in Niger che sono seguite alla pubblicazione delle vignette satiriche del settimanale francese Charlie Hebdo. Secondo le prime informazioni rese pubbliche dal Presidente, Mahamadou Issoufou, i morti sarebbero almeno dieci. Cinque – ha spiegato – sono stati riportati dopo le manifestazioni nella capitale Niamey, anche se non è ancora definito il panorama delle proteste e degli assalti contro luoghi di culto cristiani e sedi ed istituzioni legate direttamente o indirettamente alla Francia. Secondo le prime informazioni almeno sette sarebbero le Chiese date alle fiamme e distrutte dai manifestanti mussulmani. C’è stato il tentativo da parte dell’Esercito e della Polizia di prevenire o contrastare le aggressioni, ma la folla, ben caricata da infiltrati ed Iman apertamente schierati su posizioni di rottura e demonizzazione di cristiani e francesi, ma è stato vano, viste le centinaia di presenza in piazza e la violenza degli atteggiamenti.

Share

Leave a Reply