Viaggi in Egitto, grazie all’Antitrust risarciti quelli annullati nell’agosto 2013

Viaggi in Egitto, grazie all’Antitrust risarciti quelli annullati nell’agosto 2013

Riceviamo e pubblichiamo.

“Era l’agosto del 2013, l’Egitto era sconvolto da fermenti e manifestazioni, condizione che spinse la Farnesina a formulare lo sconsiglio per i viaggi verso quel paese dal 16 agosto. Nonostante ciò alcune compagnie, nonostante le norme e le tutele precise previste dal Codice del Turismo, non rispettarono le disposizioni a tutela dei turisti che erano in partenza per tale destinazione. Le pratiche scorrette segnalateci dai cittadini erano principalmente la trattenuta, per i passeggeri che non avevano scelto opzioni di viaggio diverse, di somme dai 60 ai 100 Euro motivandole come “quote di iscrizione” o di servizio; nonché, a volte, la richiesta di maggiorazioni (non dovute) per il cambio di destinazione o di penali per l’annullamento. La Federconsumatori, con lo sportello SOS Turista e con i propri sportelli territoriali presenti in tutta Italia, ha raccolto le lamentele dei turisti, inviando una segnalazione corposa (un migliaio di casi) all’Antitrust per mettere al corrente l’Autorità delle pratiche commerciali scorrette messe in atto dai Tour Operator. L’AGCM ha avviato delle istruttorie i cui esiti sono stati resi noti oggi.

Con soddisfazione apprendiamo che 6 Tour Operator (Alpitour, Veratour, Swantour, Going/Bluvacanze, Settemari e Amico Tour Resort Travel) si sono impegnati a:

– la restituzione per intero delle somme trattenute a seguito dell’annullamento dei viaggi in Egitto;

– contribuire ad informare i viaggiatori, “tramite il proprio sito”, sugli sconsigli della Farnesina relativamente alle mete proposte;

– a inserire sul sito e nei cataloghi cartacei la previsione del rimborso integrale del prezzo, versato per il pacchetto turistico, in caso di annullamento del viaggio per causa non imputabile al consumatore.

Una bella vittoria per i cittadini coinvolti, che allo stesso tempo contribuirà ad un miglioramento in termini di trasparenza e correttezza del mercato del turismo. Ovviamente lo sportello SOS Turista (tel. 059 251108) e le nostre sedi sono a disposizione dei cittadini coinvolti per fornire tutta l’assistenza e le informazioni necessarie per ottenere i dovuti rimborsi. Altri 6 Tour Operator, invece, nel dettaglio: Eden, Phone&Go, Marevero, I Viaggi di Atlantide, I Viaggi del Turchese e Brixia Tour Operator, non hanno accettato tali impegni e l’Antitrust ha irrogato nei loro confronti sanzioni amministrative. “Un atteggiamento intollerabile: le norme sono chiare e vanno rispettate da tutti, non è possibile che, per far rispettare le norme sancite dal Codice del Turismo, debba intervenire l’Antitrust.” – dichiara Mauro Zanini, Vice Presidente Federconsumatori. Stiamo studiando le opportune azioni legali da mettere in campo per tutelare i cittadini che hanno viaggiato con le compagnie che si sono rifiutate di accettare gli impegni, non escludiamo l’avvio di una class action per richiedere i rimborsi di quanto indebitamente trattenuto dalle compagnie, forti anche del pronunciamento odierno dell’Antitrust”.

Ufficio Stampa Federconsumatori Nazionale

Share

Leave a Reply