“Se l’amore è il peso. Storia di un uomo magro”, un libro per un doppio esordio

“Se l’amore è il peso. Storia di un uomo magro”, un libro per un doppio esordio

Doppio esordio a dicembre nel panorama della piccola (piccolissima) editoria romana: 2duerighe, già quotidiano online e associazione culturale, debutta come casa editrice e lo fa con un autore, Giacomo Di Valerio, che si presenta per la prima volta al pubblico. L’inaugurazione delle edizioni e la presentazione del romanzo, “Se l’amore è il peso. Storia di un uomo magro”, si terranno questo sabato, 20 dicembre, a Roma, in Via delle Altee 23-25. Quartiere Alessandrino.

Giacomo Di Valerio è un giovane scrittore laureato in filosofia. Per la prima volta pubblica “Se l’amore è il peso. Storia di un uomo magro”, un romanzo dalla trama originale in cui trovano espressione suggestioni legate alla vita vissuta e agli studi fatti. Il titolo del romanzo che inaugura la prima collana delle Edizioni 2duerighe fa riferimento ad una frase di Sant’Agostino (“il mio peso è il mio amore; esso mi porta dovunque mi porto”). La citazione, pronunciata da Gerardo, il personaggio attorno a cui ruota la storia del libro, racchiude perfettamente la condizione esistenziale del protagonista. Gerardo ha ventotto anni e abita alla periferia di Roma. Nella sua vita ogni giorno scorre uguale all’altro, in una desolante scarsità di amici, interessi e affetti familiari. Il suo unico punto di riferimento è il nonno, ex meccanico di una squadra di ciclismo che, tra una zappata nell’orto e un litigio con la moglie, riesce sempre a strappare un sorriso al nipote grazie alla sua ironia politicamente scorretta, dissacrante e demolitrice. La vita di Gerardo potrebbe essere quella di un ragazzo tutto sommato normale, se non fosse per la divisa che è costretto a indossare ogni giorno. Una divisa che è una prigione di cui non riesce a liberarsi. Gerardo è succube di sua madre, Eva, una donna fanatica e dalla volontà inflessibile a cui non sa opporsi; da sempre subisce e asseconda le sue decisioni, almeno fino a quando non incontra Susanna, la donna della sua vita, una giornalista d’inchiesta che lo porterà a scoprire un segreto inconfessabile custodito nel cuore della sua stessa famiglia. Prende il via, così, una storia a tinte cupe che indaga gli effetti dei condizionamenti mentali, il tormento di un uomo annullato dalla volontà di altri. Un romanzo psicologico che si tinge di nero quando la consapevolezza del proprio annullamento diventa implacabile sete di vendetta.

locandina presentazione

2duerighe inizia la sua avventura da editore proponendo un esordiente assoluto e un romanzo dalla tematica complessa. Inaugura così una collana, “Zorba”, che sarà interamente dedicata a scrittori esordienti o emergenti, con la volontà di scoprire nuove voci capaci di raccontare la realtà di oggi e i lati dell’esistenza umana poco sondati e non comuni. La casa editrice punta molto sull’aspetto grafico del libro e prevede di affidare tutte le copertine della prima collana a giovani e talentuosi illustratori, come il disegnatore Andrea Chronopoulos, che è riuscito a tradurre l’atmosfera di “Se l’amore è il peso. Storia di un uomo magro” in una cover misteriosa. Le Edizioni 2duerighe nascono per iniziativa dei giovani collaboratori dell’omonimo giornale, un gruppo agguerrito e eterogeneo di laureati e laureandi, filosofi e letterati, giornalisti e creativi. Nel catalogo, in costruzione, troveranno spazio sia ebook che libri cartacei, testi di narrativa e libri legati all’attualità che si pongono come approfondimenti delle inchieste proposte dal quotidiano. La neocasa editrice, che non chiede contributi di nessun tipo agli autori pubblicati, crede ancora che il mestiere dell’editore consista nello scegliere i libri buoni, investire su di essi e valorizzarli con tutti i mezzi a disposizione.

Share

Leave a Reply