Saldi, la Confcommercio chiede di anticipare le vendite al 3 gennaio

Saldi, la Confcommercio chiede di anticipare le vendite al 3 gennaio
“In linea con quanto avvenuto in altre regioni, Confcommercio Lazio ha chiesto alla Regione di anticipare la data dei saldi invernali dal 5 al 3 gennaio in modo tale che le vendite di fine stagione prendano avvio di sabato e non di lunedì, sfruttando in questo modo l’onda positiva del fine settimana, momento usualmente dedicato agli acquisti”. Così una nota della Confcommercio Lazio.
“La forte contrazione dei consumi – dichiara il presidente della Confcommercio Lazio Rosario Cerra – ed il sensibile calo del potere d’acquisto hanno cambiato le esigenze e la tempistica di vendita dei commercianti. Si tratta di una trasformazione strutturale e sociale prima che economica. “Per questo confidiamo che nei prossimi giorni la Regione Lazio che si è dimostrata sensibile e attenta alla nostra richiesta – ha concluso Cerra – ponga in essere gli atti necessari per consentire questo anticipo”. “I saldi continuano ad essere un appuntamento molto atteso da commercianti e clienti – aggiunge il presidente di Federmoda Lazio Massimiliano De Toma – addirittura quelli invernali costituiscono oltre il 30% del fatturato totale di un negozio. In un momento di crisi come questo è fondamentale il rispetto delle regole e il controllo da parte dell’amministrazione che deve sanzionare chi aggirando la norma pensa di giocare d’anticipo”.

 

Share

Leave a Reply