Roma Capitale, una nuova giunta per la svolta

Roma Capitale, una nuova giunta per la svolta

Dopo una lunga attesa, che segue i tristi capitoli giudiziari di ‘Mafia Capitale’, il Sindaco Ignazio Marino ha varato la sua nuova Giunta. Tra un gioco di equilibrismi politici e tanta voglia di avviare una svolta nella gestione amministrativa e politica di Roma Capitale, martedì mattina, quasi a sorpresa, in Campidoglio la presentazione della nuova squadra, Tre i debuttanti nell’Amministrazione, tra questi Alfonso Sabella, il nome certamente più impegnativo per Marino, visto che il Sindaco è riuscito a convincerlo a lasciare, anche se provvisoriamente la magistratura, per occuparsi in Campidoglio di legalità. E sul punto è stato lo stesso Sindaco a puntualizzare: “Ritengo non sia necessario che un magistrato sia una figura di presenza permanente in una giunta. E’ un po’ come quando in un pronto soccorso si chiama lo specialista di una materia complessa per aiutare un paziente a star bene e a riprendere a muoversi sulle proprie gambe con saldezza. Poi, quando questo compito sarà esaurito, Sabella certamente tornerà alla sua brillante carriera”. Sabella, una grande esperienza nella lotta alla mafia, avrà la poltrona caldissima della trasparenza, dunque a lui spetterà la supervisione ed il controllo della regolarità di tutto quello che l’Amministrazione farà in materia di appalti, gare ed affidamenti vari. Sabella, sul Colle Capitolino, incontrerà anche gli uomini inviati dal Governo, o meglio dalla Prefettura, oltre che i collaboratori del Presidente dell’Autorità Anticorruzione, Raffaele Cantone, che sul Colle sono invece arrivati su richiesta specifica dello stesso Sindaco. Altro nome di spicco, che negli ultimi giorni era finito, senza averne probabilmente colpe, nel calderone in ebollizione che bruciava tutto quello che intorno a Roma Capitale si muoveva. Su questo nome, il Sindaco è stato irremovibile, lo ha scelto e gli ha assegnato la poltrona pesantissima dei Lavori Pubblici. Per questo ruolo, arriva dalla gestione dei Grandi Eventi di Roma Capitale, Maurizio Pucci, che si occuperà anche di Decoro e Protezione Civile. Nuovo volto anche al controverso Assessorato alle Politiche Sociali. Già era stata annunciata dal Sindaco, ieri la presentazione di Francesca Danese. Ma accanto ai nuovi Assessori anche un piccolo, ma importante, giro di caselle, Innanzitutto la Delega alle Olimpiadi, che Marino ha tenuto per se. Delega importante e di fondamentale rilevanza per il futuro di opere e infrastrutture per la Capitale. Al Vicesindaco Luigi Nieri, va invece la Delega, spacchettata dai Lavori Pubblici, delle Periferie. Si tratta di un rafforzamento di responsabilità in Giunta per Sel. Una Delega speciale va invece ad Alessandra Cattoi, che avrà il delicato incarico della valorizzazione dell’immenso Patrimonio della città, con un occhio di riguardo alle risorse destinate alla manutenzione dei Beni. Infine nuovo incarico per il brillante Assessore Masini, che gestirà le importanti deleghe di Scuola, Sport e qualità della vita. Anche in questo caso si tratta di un incarico d’eccellenza, visto che Masini sarà chiamato a gestire una delle opere, che proprio nelle ultime ore hanno ricevuto il disco verde del Campidoglio: lo Stadio della AS Roma.

Share

Leave a Reply