Napolitano sui Marò: “Dall’India prove molto negative”

Napolitano sui Marò: “Dall’India prove molto negative”

Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano, in quelli che dovrebbero essere con ogni probabilità, gli ultimi giorni del suo mandato, si toglie alcuni sassolini dalle scarpe e tra questi quello relativi ai nostri Fucilieri di Marina, praticamente tenuti in ostaggio giudiziario dall’Autorità politiche e giudiziarie indiane. Nella mattinata di lunedì, che aveva come appuntamento il saluto dal Quirinale alle Forze Armate, Napolitano ha duramente criticato l’immobilismo indiano. Il Capo dello Stato ha parlato di “scarsa volontà politica dell’India” ed ha fatto sapere che nella giornata di martedì incontrerà il Premier Renzi per definire la posizione dell’Italia sulla questione e avere dal Presidente del Consiglio, ogni aggiornamento possibile. Nel corso del tradizionale appuntamento con uno spaccato dei nostri militari impegnati all’estero, Napolitano ha rincarato la dose tornando sul recente no dell’India alle loro istanze.  L’assicurazione – ha detto Napolitano – di un processo “rapido e corretto” per i Marò ricevuta un anno fa dall’ambasciatore indiano “è rimasta una frase: ci sono state prove molto negative, scarsa volontà politica di dare una soluzione equa e un malfunzionamento della giustizia indiana che non è solo italiana. Purtroppo quella frase è rimasta una frase, ricordando come il nuovo ambasciatore indiano in occasione della presentazione delle sue credenziali aveva parlato di una convergenza tra le autorità indiane per un processo “rapido e equo” nei confronti dei due marò. “Dall’India – ha concluso il Capo dello Stato- sono arrivate prove molto negative”.

Share

Leave a Reply