Denise Pipitone, spunta un’intercettazione inquietante di Jessica Pulizzi

Denise Pipitone, spunta un’intercettazione inquietante di Jessica Pulizzi

“Quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise”. È questa intercettazione dell’11 ottobre 2004 a scuotere l’aula del tribunale di Palermo, durante il processo per la scomparsa della piccola Denise Pipitone, avvenuta a Mazata del Vallo (Tp) il 1 settembre 2004. A parlare, nelll’intercettazione, Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise, che si rivolge alla sorella più piccola Alice, la quale risponde chiedendo: “A mamma l’ha uccisa a Denise?” Jessica: “Tu di sti cosi unn’ha parlari” (non ne devi parlare) e Alice risponde incredibilmente: “È logico”. Proprio quel giorno, Alice doveva recarsi in Procura per essere interrogata. A rivelare questo quadro è stato Massimo Mendolìa, perito che ha ascoltato e trascritto parte delle intercettazioni effettuate dagli inquirenti dopo la scomparsa della piccola Denise. Secondo la difesa, la frase decisiva di Jessica e non si sentirebbe e quando ha intimato alla sorella di “non parlare di certe cose”, si sarebbe riferita ad altro.

Share

Leave a Reply