Delitto di Yara, per Bossetti nuove accuse dalle telecamere

Delitto di Yara, per Bossetti nuove accuse dalle telecamere

Ancora una prova contro Massimo Bossetti, il muratore finito in carcere con l’accusa di aver assassinato Yara Gambirasio. Le indagini dei Carabinieri e soprattutto le rilevazioni dei filmati di alcune telecamere della zona, avrebbero ‘filmato’ più volte il furgone dell’uomo nella zone della palestra da dove la ragazza sarebbe poi scomparsa. Secondo la ricostruzione dei militari, Bossetti, avrebbe girato per oltre un’ora intorno a quell’area ed in conseguenza di questo sarebbe stato ‘immortalato’ in più occasioni dalle telecamere. Queste prove andrebbero ad aggiungersi alla testimonianza di un uomo che avrebbe visto il furgone del presunto assassino, percorrere ad elevata velocità le strade che Yara doveva percorrere a piedi, immediatamente dopo la sua uscita dalla palestra, per poi scomparire nel nulla.

Share

Leave a Reply