Yatsenyuk nominato primo ministro in Ukraina dal blocco antirusso “European Ucraina”

Yatsenyuk nominato primo ministro in Ukraina dal blocco antirusso “European Ucraina”

La coalizione formata da cinque partiti del blocco antirusso e riunito sotto l’insegna di “European Ucraina”, ha nominato giovedì Arseniy Yatsenyuk quale primo ministro. Yatsenyuk era già premier ad interim dal 26 febbraio 2014, e dunque si tratta di una conferma. La legislazione ucraina prevede che l’approvazione del primo ministro sia di competenza del Capo dello Stato, Petro Poroshenko.

Le elezioni parlamentari in Ucraina si sono svolte lo scorso 26 ottobre. Il blocco sostenuto da Poroshenko ha ottenuto la maggioranza relativa, con 136 seggi, mentre il Fronte popolare ne ha guadagnati 82 e il partito Sapomomich 32. Il partito radicale, il movimento Batkivshchyna e il Blocco di opposizione sono presenti nel nuovo Parlamento, rispettivamente, con 22, 17 e 27 seggi. Il 21 novembre scorso, i capi di cinque partiti hanno trovato un accordo di coalizione denominata “European Ucraina”, sostanzialmente antirussa, e hanno designato quale premier l’uscente Yatsneyuk. Il Blocco di opposizione non è stato invitato a unirsi alla coalizione per “considerevoli diaccordi politici”. L’accordo di coalizione è stato materialmente redatto dal Blocco costituito dal presidente Poroshenko.

Yatsenyuk vanta una brillante carriera nelle Isituzioni ucraine: ministro dell’Economia e degli Esteri, presidente dell’Assemblea parlamentare e primo ministro ad interim dopo la rivolta di Maidan, a Kiev. Leader del Fronte popolare, e uno dei principali protagonisti della richiesta d’ingresso nell’Unione Europea, Yatsenyuk dovrà guidare l’Ucraina nella difficilissima transizione verso gli accordi di pace con la Russia di Putin, a cominciare dalla soluzione degli intricati problemi delle zone del Sud-Est del Paese. Una prima difficile mossa sullo scacchiere diplomatico lo porterà, subito dopo la conferma a premier, a Minsk, dove dovrà concordare con Angela Merkel, il neopresidente della Commissione UE, Juncker, e Federica Mogherini, Alto Rappresentante della politica estera UE, i nuovi accordi di pace con Putin.

Share

Leave a Reply