Virtus Lanciano, Lorenzo Costantini non ce l’ha fatta

Virtus Lanciano, Lorenzo Costantini non ce l’ha fatta

Non ce l’ha fatta. Lorenzo Costantini due mesi fa era volato a Philadelphia, negli Stati Uniti, per provare a curare la sua rara forma di leucemia grazie anche alla campagna social Lorenzo facci un goal con la quale erano stati raccolti i 450 mila euro necessari per le cure sperimentali. L’Abruzzo e il mondo intero del calcio si erano mobilitati per la promessa della Virtus Lanciano calcio, ma la situazione è precipitata in maniera irreparabile. La società abruzzese ha espresso il suo cordoglio alla famiglia tramite il suo sito: “La famiglia Maio, i dirigenti, lo staff, i calciatori e tutto il personale della S.S. Virtus Lanciano piangono la scomparsa di Lorenzo Costantini, il giovane calciatore del settore giovanile, volato a Philadelphia per curare la propria malattia. A tutta la sua famiglia vanno le nostre più sentite condoglianze”.

La storia di Lorenzo

Lorenzo nato nel 1994 e cresciuto nel Virtus Lanciano, nel 2013 avrebbe dovuto fare il salto di categoria, entrando a far parte della prima squadra, in serie B. A questo punto, il caso decide di intervenire. Durante una partita, Lorenzo subisce un infortunio al crociato e gli esami pre-intervento gli diagnosticano la leucemia. Non una qualunque, purtroppo, ma la leucemia linfoblastica acuta di tipo B Common Philadelphia positivo, che comporta una costante recidiva e una quasi impossibile guarigione. La malattia può scomparire o abbassarsi, ma dopo un mese, al massimo due, ritorna più forte di prima. È quindi scattata la campagna Lorenzo facci un goal, che ha riscontrato grande solidarietà. Il ragazzo è volato negli Stati Uniti per un trattamento sperimentale dell’Università di Philadelphia, ma ancora una volta la forza della natura ha avuto la meglio sull’ingegno dell’essere umano.

Share

Leave a Reply