Turchia, Erdogan contro l’uguaglianza uomo-donna

Turchia, Erdogan contro l’uguaglianza uomo-donna

Perché Recep Tayyip Erdogan è stato accusato di sessismo da più parti? La risposta è semplice: il presidente della Turchia, devoto musulmano, ha infatti dichiarato che l’uguaglianza uomo-donna è una presa di posizione che va contro natura e ha ammonito le femministe turche di non comprendere il ruolo di “madri” che l’Islam attribuisce alle donne. Le differenze biologiche, ha continuato il presidente, fanno sì che gli uomini e le donne non possano svolgere gli stessi lavori, soprattutto quelli manuali come avveniva nei regimi comunisti, proprio a causa della natura delicata della donna. “La nostra religione ha definito la posizione delle donne: la maternità”. Gli astanti – tra cui la figlia del presidente – del meeting sul tema “donne e giustizia” hanno applaudito il discorso di Erdogan, ma le polemiche non si sono fatte attendere.

Nazliaka: “Erdogan non fa differenza tra terroristi e femministe”

Erdogan si è spinto, quasi con commozione, fino ad affermare che vorrebbe baciare i piedi di sua madre perché profumano di Paradiso. Nonostante lo slancio emotivo, il discorso – giustamente – non è andato giù ad Aylin Nazliaka, deputata del principale partito di opposizione, quello repubblicano: “Erdogan ha pubblicamente commesso un crimine d’incitamento all’odio. Io continuerò a combattere quest’uomo che non fa alcuna differenza tra terroristi e femministe”. Sule Zeybek, presentatrice presso l’emittente turco Kanal D, ha risposto in diretta al presidente, durante un notiziario: “Io sono femminista, e grazie a Dio sono anche una mamma. Non vorrei baciare i piedi di mia madre, ma ho grande rispetto per lei”.

Il governo e il ruolo della donna

Il governo di Erdogan è stato lungamente accusato di erodere i principi laici del Paese e di limitare le libertà civili delle donne. Erdoğan ha attirato le ire dei gruppi femministi per aver dichiarato che ogni donna, in Turchia, dovrebbe mettere al mondo tre figli e per le sue proposte di limitare il diritto all’aborto, la pillola del giorno dopo e i parti cesarei. Il vice-primo ministro Bülent Arinç, ad agosto, causò furore in tutto il Paese quando suggerì che le donne non dovevano ridere ad alta voce in pubblico.

Le “stravaganze” di Erdogan 

Qualche giorno fa, Erdogan ha provato anche a riscrivere la storia della scoperta dell’America, sostenendo che “marinari musulmani arrivarono in America nel 1178” e che Cristoforo Colombo, circa tre secoli più tardi, poté scorgere una moschea in lontananza arrivando sulla costa con le sue caravelle. Ha poi annunciato di voler costruire una moschea a Cuba se le autorità dell’Avana glielo dovessero permettere.

Share

Leave a Reply