Manichini impiccati contro gli immigrati

Manichini impiccati contro gli immigrati

Show dell’estrema destra neofascista di Forza Nuova contro il Centro d’accoglienza all’Infernetto

Ancora una provocazione dell’organizzazione neofascista, Forza Nuova. Un vero e proprio blitz, come è stato annunciato da questa organizzazione, per contestare il Centro di Accoglienza per rifugiati dell’Infernetto. “Blitz ad Ostia contro il centro accoglienza all’Infernetto. Italiano impiccato, immigrato tutelato, Prima gli italiani. Questi gli slogan attaccati su di un cavalcavia adiacente la Stazione Lido Nord ed accanto a questi cartelli anche dei manichini impiccati. Finora il centro è ancora sotto la sorveglianza delle forze dell’ordine, con una pattuglia dei carabinieri all’esterno dell’edificio e alcuni militari all’interno della struttura che ospita anche un centro per l’Alzheimer. I militanti di questa organizzazione dell’estrema destra hanno anche annunciato una manifestazione per sabato davanti al X Municipio. Immediate le reazioni dell’Amministrazione Comunale e non solo.
manichino impiccato2
Tra i primi ad intervenire il Sindaco Marino:
“Appendere manichini impiccati contro i minorenni rifugiati non è una manifestazione ma una dimostrazione di inaccettabile violenza e provocazione che condanno fermamente. Vi chiamate Forza Nuova ma di nuovo non avete nulla. Il vostro razzismo e la vostra violenza sono vecchi e disumani”. Presa di posizione anche dell’Assessore alle Politiche Sociali, Rita Cutini: “L’assessorato ha da sempre lavorato affinché ci siano centri di accoglienza con personale qualificato ed educatori capaci, professionali e competenti. Ieri ho incontrato i responsabili degli enti gestori e, quindi, ci tengo a sottolineare che si tratta di lavoro qualificato”. Su quanto accaduto interviene anche Khalid Chaouki, deputato e responsabile Immigrazione PD Roma: “Esprimo sdegno per la macabra protesta messa in atto ad Ostia da Forza Nuova contro il centro di accoglienza dell’Infernetto. L’utilizzo di fantocci impiccati da parte degli attivisti di Forza Nuova, dimostra l’incapacità politica di un movimento alimentato da odio, violenza e deprecabili gesti fascisti che non possiamo più accettare. L’Italia deve emarginare con fermezza certe azioni violente solo ristabilendo il dialogo alla ricerca di soluzioni concreti. Un esempio è stato dato dallo stesso Sindaco Marino nell’incontro avvenuto tra la rappresentanza di cittadini del quartiere ed i minori ospitati nel centro dell’Infernetto. Forza Nuova è un movimento politico che nelle sue azioni politiche è bene che tenga presente la legge 20 giugno 1952, n. 645 la c.d. Legge Scelba che prevede come reato l’apologia al fascismo, il nostro Paese democratico e civile non ha bisogno di certe becere politiche animate da odio e razzismo”. Infine anche Gianluca Peciola, capogruppo di Sel in Campidoglio ha voluto dire la sua: “Ennesima strumentalizzazione da parte di una formazione di estrema destra ad Ostia. È una provocazione inquietante che non può essere lasciata impunita. Le formazioni neofasciste continuano a soffiare sul fuoco dell’intolleranza e della xenofobia animando le tensioni sociali nelle periferie. Roma sta attraversando un momento delicato. Chiediamo che non venga autorizzato lo svolgimento del sit in previsto per sabato davanti alla sede del Municipio X”.
Share

Leave a Reply