Gianluca Salviato liberato in Libia è tornato in Italia

Gianluca Salviato liberato in Libia è tornato in Italia

Gianluca Salviato, tecnico 48enne rapito in Libia il 22 marzo, è stato liberato ed è già rientrato in Italia, a Roma. Ad annunciarlo la Farnesina con una nota: “Il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale conferma la liberazione del connazionale Gianluca Salviato, giunto a Roma questa notte, grazie al lavoro di tutti gli organi dello Stato coinvolti”. La notizia segue quella dell’altro italiano rapito in Libia il 5 luglio 2014 e poi liberato il 13 novembre, Marco Vallisa, di 54 anni. Gianluca Salviato lavorava a Tobruk per la ditta di costruzioni Enrico Ravanelli, e in modo particolare per la realizzazione degli impianti fognari della zona. Dopo il suo rapimento, c’è stata subito grande preoccupazioni per le sue condizioni di salute: Salviato è infatti malato di diabete e le medicine per lui essenziali erano rimaste nella macchina. Rientrato a Roma in buone condizioni, l’uomo ha dichiarato di aver ricevuto i medicinali di cui aveva bisogno e di essere stato trattato degnamente dai rapinatori. Orgoglioso dell’ottima notizia anche Paolo Gentiloni, ministro degli Esteri, che ha twittato così: “Anche Gianluca Salviato stanotte è rientrato in Italia libero. Grazie all’unità di crisi, ottimo lavoro servizi, ambasciata”.

Share

Leave a Reply