Call center, Fabrizio Micarelli (Cgil): Marino si confronti con il sindacato

Call center, Fabrizio Micarelli (Cgil): Marino si confronti con il sindacato

“Sostenere, da parte della Commissione Trasparenza del Comune di Roma, che sulla gara di appalto del servizio di call center 060606 si stanno creando falsi allarmismi e disorientando i lavoratori non corrisponde a verità; definire un ribasso del 30% sulla base d’asta l””offerta economicamente più vantaggiosa”, è un’affermazione che ci preoccupa molto perché in ballo ci sono non solo la tenuta occupazionale, ma anche la qualità del servizio offerto ai cittadini; dichiarare infine che trattandosi di lavoratrici e lavoratori con un contratto a tempo indeterminato non dovrebbero porsi problemi, è una rassicurazione che non ci fa stare per nulla tranquilli: conosciamo e stiamo gestendo molte situazioni che smentiscono tali affermazioni. E ricordiamo che in Almaviva Contact, complice un contestodi settore e un sistema normativo dominati dall’incertezza sulle r egole degli appalti, si stanno già utilizzando i contratti di solidarietà”. Così, in una nota, Fabrizio Micarelli, segretario della Slc Cgil di Roma e Lazio. “Al Comune di Roma – continua Micarelli – chiediamo chiarezza e trasparenza circa il mantenimento di tutti gli attuali livelli occupazionali e retributivi e che l’attività dello 060606 continui a essere svolta esclusivamente su Roma”. “Molti sono ancora i dubbi e gli interrogativi – aggiunge -. Non si può liquidare la vicenda dello 060606 con delle semplici dichiarazioni a mezzo stampa. Il sindaco Marino si confronti con il sindacato. Sia da esempio anche per il Governo nazionale, promuovendo u

Share

Leave a Reply