Pasquino il Templare. Pasquino guarda già ar futuro

Pasquino il Templare. Pasquino guarda già ar futuro

Amiche care e amichi cari
mo’ che stamo alli domiciliari
er tempo dovemo da passa’
facenno solo cose d’arta qualità
Cominciamo co’ ‘n bell’esercizio de memoria
ripassannoce la più recente storia
E’ certo allora che v’aricordate
quanno che le risorse fureno tajate
alla ricerca alla sanità alla scola
facennole diventa’ ‘na bagnarola
V’aricortate certo li tagli lineari
e lì cominciorno i cazzi amari
co’ ‘sta bella idea del sor Tremonti
che a spese nostre voleva sistema’ li conti
Ner baratro ‘nvece c’ha precipitati
e mó’ ne vedemo i risurtati
Pronti soccorsi a petto ai quali
li gironi danteschi so’ posti celestiali
Devi da fa’ ‘na TAC, ‘na risonanza?
Allora si’… perdete ogni speranza
L’attesa po’ puro dura’ mesi o anni
e allora p’evita’ urteriori danni
si stai proprio male ed aggravato
t’empegni casa e cori dar privato
E oggi lo vedemo puro cor virus cinese
come ch’avete ridotto er bel Paese
Ma io sorido e nun me commuovo
e insieme costruiremo un welfare nuovo
dove pe’ tutti uguali so’ sempre lì diritti
mandanno a casa i furbi insieme ai dritti
Uscimo allora e presto da quest’acquitrino
ma dopo rimettermo mano a tutto ‘sto casino
che c’hanno regalato questi gran soloni
cui urleremo in coro “Fori dai cojoni!”

Share