Pasquino il Templare. Politici de ieri e politici de oggi

Pasquino il Templare. Politici de ieri e politici de oggi

Po’ capita’ che a vorte se faccia ‘na cazzata

e po’ capita’ pure che venga rinnovata

ma a ben guarda’ mó ne fate a pacchi interi

oggi meno de domani e certo più de ieri

Insomma ce state a fa’ rimpiagne l’anni che so’ iti

quanno che c’ereno li vecchi Partiti

Adesso senti di’ “Mejo quei tempi

ché li politici d’oggi fanno solo scempi”

Certo ereno tempi assai più belli

ma no perché c’avevi neri tutti li capelli

ma perché c’ereno ommini davvero de spessore

che sapeveno che volesse di’ er senso dell’onore

e la parola ‘ na vorta che era data

nun se la rimagnaveno come ‘na frittata

Che puro si guardaveno alla parte loro

ereno ar servizio de tutti co’ stile e co’ decoro

Nun li sentivi mai offenne l’avversario

ché pure nello scontro er rispetto era primario

Sapeveno parla’ e sapeveno sta’ zitti

senza fa’ mai la figura delli guitti

e dentro e fori dalli confini nazionali

nun ereno mai soggetti caricaturali

Oggi ‘nvece sembreno quasi tutti marionette

co’ quarcuno che le guida ‘ste mezze carzette

maestri dell’offensivo e dell’irridente

ma della pora gente nu’ je ne frega niente

in perenne campagna elettorale

che allo sviluppo po’ fa’ sortanto male

E allora si ve volete merita’ la gloria

annateve a studia’ bene la storia

C’è troverete persone che metteveno la collettività

colla pace, li diritti e la giustizia fra le vere priorità

Persone degne d’esse’ ricordate

pe’ i fatti e no pe’ le bravate

p’ave’ ricostruito er Paese dopo la resistenza

ridando dignità alla nostra esistenza

Veri giganti davanti a tanti nani

Maestri eterni pe’ li veri italiani

Davanti al potere a schiena dritta e mai supini

Uno pe’ tutti? Lui: Sandro Pertini!

 

Share