Pasquino il Templare. Ai tempi der corona virus

Pasquino il Templare. Ai tempi der corona virus

A senti’ “corona” er pensiero core alli reali
quelli che ai popoli hanno fatto tanti mali
Uno pe’ tutti… le leggi razziali….
Solo che mò, venuti da lidi orientali,
a rompece palle, scatole e stivali
ce se metteno puro li coronati virali
che oltre a riempicce l’ospedali
ar Paese fanno danni siderali
E mentre all’estero nisconneno li loro funerali
noi daje a riempicce talk show e giornali
co’ servizi e dichiarazioni demenziali
sparse a piene mani, a pacchi, a quintali
dai veri campioni di culture artificiali
che fregannosene dell’interessi nazionali
creano casini veri e mica virtuali
Mo’ famo basta co’ ‘sti subnormali
che se spacceno pe’ menti geniali
che hanno studiato solo ai corsi serali
e parlannose addosso co’ frasi banali
magari pe’ zozzi interessi elettorali
rischieno de provoca’ danni letali
alli veri interessi nazionali
Imparamo dall’artri stati occidentali
che abbasseno li toni para…cimiteriali
che quelli che noi chiamamo virus letali
pe’ loro so’ solo ceppetti influenzali
Restamo compatti sulli nostri ideali
tutti ma proprio tutti, nordici e meridionali
Famo riparti’ l’economia, riaprimo li locali
e mannamo ‘sti sfascisti a dormi’ fra du’ guanciali

Share