Maltempo. Tre tragedie: una giovane di 27 anni muore a Fiumicino per la tromba d’aria. Un’atleta norvegese muore per un fulmine. E un uomo di 72 anni muore travolto dalle acque

Maltempo. Tre tragedie: una giovane di 27 anni muore a Fiumicino per la tromba d’aria. Un’atleta norvegese muore per un fulmine. E un uomo di 72 anni muore travolto dalle acque

 Il maltempo che sta interessando l’Italia e in particolare con allerta meteo “arancione” diramata dalla Protezione Civile per quattro regioni, Lombardia, Veneto, Liguria e Lazio, ha causato forti danni e la morte di una donna di 27 anni a Fiumicino, comune del Lazio. La ragazza , Noemi Magni, ha perso la vita, sbalzata dalla propria auto in via Coccia di Morto in zona Focene, a causa di una tromba d’aria che ha spazzato via la vettura. La tromba d’aria che ha colpito Focene intorno alle 2.15 di stanotte “ha fatto moltissimi danni colpendo una ventina di case circa. Una di queste è stata completamente distrutta. Ci sono alberi divelti, calcinacci, recinzioni abbattute, auto danneggiate ovunque”, ha raccontato in un post su Facebook il sindaco, Esterino Montino, che parla di “una situazione gravissima: sembra un teatro di guerra”. Il sindaco Montino ha poi spiegato: “Questa notte una tromba d’aria violentissima ha ucciso una ragazza di Focene che era uscita per comprare le sigarette. La violenza della tromba d’aria ha sollevato l’auto che viaggiava su via Coccia di Morto sbattendola prima sul guard rail, poi oltre il canale di bonifica sfondando la staccionata della pista ciclabile e, infine, contro la rete dell’area aeroportuale. Ora l’auto, che ha sfondato anche la rete della recinzione, è dentro il sedime aeroportuale. Per la giovane donna, purtroppo, non c’è stato nulla da fare e il suo corpo è stato portato all’obitorio per gli accertamenti necessari. Appresa la notizia, questa mattina all’alba, mi sono subito recato a Focene, dove ho potuto incontrare i genitori della ragazza, comprensibilmente affranti dal dolore. A loro e a tutti quelli che la conoscevano va il mio piu’ caloroso abbraccio e la mia più sincera vicinanza per la tragedia che li ha colpiti”.

Intanto tra Roma e provincia, tra le 20 di sabato e le 8 di domenica, i Vigili del fuoco hanno svolto oltre 150 interventi per rami e alberi abbattuti o in imminente pericolo di caduta, strade, appartamenti e terrazzi allagati a seguito del temporale, pali, coperture di tetti. Le zone maggiormente colpite sono soprattutto quelle della periferia della città, insieme ai comuni di Riano Flaminio e Cerveteri dove è stata chiusa via Michele Rossi. Fortemente toccata dal maltempo anche la zona est di Roma, lato Tivoli. La sala operativa comunale, il Coc, è in funzione da ieri sera e la sindaca di Roma e città metropolitana Virginia Raggi segue l’evolversi della situazione.

Una donna norvegese di 45 anni è invece morta ieri sera per essere rimasta folgorata da un fulmine mentre stava partecipando alla Suedtirol Ultra Skyrace, gara di corsa in montagna sulle lunghe distanze (121 km) che si svolge da alcuni anni sulle montagne dell’Alto Adige nella zona tra Bolzano, le Alpi Sarentine e le vette del Burgraviato (Merano) con partenza ed arrivo nel capoluogo altoatesino. La donna è stata colpita dal fulmine dopo le 19 non distante dal lago di San Pancrazio in Val d’Ultimo a circa 2.000 metri. In quella zona al passaggio degli atleti era in corso un forte temporale. Sul luogo dell’incidente è stato inviato l’elicottero Pelikan 1 e gli uomini del soccorso alpino. La donna è deceduta poco dopo l’arrivo all’ospedale “San Maurizio” di Bolzano.

Un uomo di 72 anni disperso da sabato nella zona di Olmo, in provincia di Arezzo, è stato trovato morto domenica mattina. La sua auto, rinvenuta ieri sera nel pressi di un sottopasso delle Ristradelle, era stata travolta dalla piena delle acque. La vittima del nubifragio è stata individuata dai Vigili del fuoco in un canale di scolo di una strada tra il campo sportivo di Olmo e la E45.

Share