Venezia. Panico per la collisione di una nave di crociera fuori controllo e un barcone turistico. 4 le persone ferite leggermente

Venezia. Panico per la collisione di una nave di crociera fuori controllo e un barcone turistico. 4 le persone ferite leggermente

Momenti di panico a Venezia questa mattina. Attorno alle 9 una nave Msc ha perso il controllo e ha urtato un barcone turistico ormeggiato, andando poi a sbattere sulla banchina di San Basilio, nel canale della Giudecca, poco distante dal Porto di Venezia. “Questa mattina, intorno alle 8.30, Msc Opera in manovra di avvicinamento al terminal Vtp per l’ormeggio ha avuto un problema tecnico. La nave era accompagnata da due rimorchiatori e ha urtato la banchina all’altezza di San Basilio”, ha detto la società Msc Crociere, in una nota. “L’incidente di oggi al porto di #Venezia dimostra che le #grandinavi non devono più passare dalla Giudecca. Dopo tanti anni di inerzia, finalmente siamo vicini ad una soluzione definitiva per tutelare sia la laguna che il turismo”, ha scritto su Twitter il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli. “Abbiamo avuto un incidente, è andata bene così, quattro contusi e un ferito, stiamo aspettando le notizie, prima le persone. Volevo ringraziare tutte le forze dell’ordine, capitaneria e tutti gli uomini che si stanno prodigando per mettere in sicurezza”, ha affermato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro secondo il quale è “l’ennesima dimostrazione che il Canale della Giudecca non è più consentito, non è più pensabile che sia attraversato dalle grandi navi”. “La priorità massima ora è l’assistenza medica ai 4 feriti lievi. Contemporaneamente stiamo lavorando per risolvere l’emergenza e liberare il Canale della Giudecca”, ha commentato il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico Settentrionale Pino Musolino.

Sono quattro donne straniere, di età compresa tra i 66 e i 72 anni, le persone ferite nell’incidente che ha visto protagonista la Msc Opera. Due di loro sono australiane, una neozelandese e una americana, e hanno subito traumi di diverse entità. Due delle quattro sono state già dimesse, mentre per le altre due sono in corso gli accertamenti, ma non sarebbero in pericolo di vita. “Quando abbiamo visto la nave che stava avanzando tutti hanno iniziato a gridare, tutti correvano. Eravamo nella zona reception, non sapevo cosa fare, mi sono allontanato velocemente facendo un salto per scendere sulla riva”. E’ la testimonianza di un marinaio che era a bordo del battello turistico colpito oggi dalla nave di ‘Msc’ fuori controllo. Nel fuggi-fuggi il giovane ha riportato una leggera ferita ad un braccio, “ma adesso sto bene”, spiega.  “Il capitano – prosegue il racconto del giovane – poi mi ha preso e mi ha portato al sicuro: vedevo la nave vicina, era grandissima”. “Queste navi – aggiunge – non dovrebbero avere il permesso di passare qui. Ci sono piccole imbarcazioni, persone che navigano e le grandi navi possono perdere il controllo, e questo non va bene”.

Ha fatto il giro del cyberspazio sulle edizioni online dei principali quotidiani mondiali l’incidente di questa mattina tra una nave da crociera della ‘Msc’ e un battello gran turismo nel porto di Venezia. Il video della collisione viene pubblicato oggi sulle ‘home page’ dei britannici Guardian, Independent, Telegraph, Mail on Sunday nonché dalla Bbc nella pagina ‘Mondo’. La notizia spazia inoltre dallo spagnolo El Pais, al greco Kathimerini (Atene), al belga Le Soir, al francese Le Figaro, al tedesco Bild ma trova spazio anche sulle pagine virtuali del Times of India e del New York Times (Nyt). Quest’ultimo sottolinea che nelle ore successive all’incidente si sono rinnovati gli appelli per la messa al bando delle gigantesche navi da crociera dal porto di Venezia. Da parte sua, il quotidiano belga Le Soir titola ‘Panico a Venezia di fronte a una nave da crociera fuori controllo’, mentre il tabloid tedesco Bild scrive ‘Incidente a Venezia: nave da crociera sperona imbarcazione turistica!’.

Share