Tennis, Roland Garros a Parigi. Trionfa per la terza volta consecutiva Rafa Nadal, e batte ancora Dominic Thiem

Tennis, Roland Garros a Parigi. Trionfa per la terza volta consecutiva Rafa Nadal, e batte ancora Dominic Thiem

Rafa Nadal trionfa per la dodicesima volta in carriera al Roland Garros. Per il secondo anno di fila il tennista spagnolo, numero 2 del ranking Atp, ha battuto in finale l’austrico Dominic Thiem, che si è arreso in quattro set con il punteggio di 3-6, 7-5, 1-6, 1-6 in tre ore e quattro minuti di gioco. Per il giocatore maiorchino si tratta del terzo titolo consecutivo a Parigi e del 18° Slam in assoluto. Sono 84 i titoli in carriera.

“Non riesco neanche a spiegare e a descrivere le mie sensazioni e le mie emozioni. E’ un sogno, lo era già giocare la prima volta qui nel 2005, non pensavo a quel tempo di poter essere ancora qui oggi, nel 2019. E’ un torneo molto speciale per me”. Rafa Nadal ha commentato così il successo ottenuto al Roland Garros, il dodicesimo in carriera, nella finale contro Dominic Thiem. “Mi dispiace per lui, merita di vincere questo torneo – ha aggiunto il tennista spagnolo – Spero che avrà altre possibilità. Ha grande intensità e passione, è un grandissimo lavoratore e gli auguro il meglio per il futuro”. Nadal ha voluto consolare nuovamente Thiem. “So quanto sia difficile perdere una finale di un Slam, però fa parte di questo sport – ha proseguito – Se mi capiterà di perdere spero di perdere da te”. Lo spagnolo infine ha voluto ringraziare il suo team. “Fino a poco tempo fa non sapevamo se avremmo potuto competere in questo torneo, senza di voi vincere questo trofeo non sarebbe stato possibile – ha concluso – Grazie per avermi incoraggiato nei momenti più complicati”.

“Ho dato tutto quello che avevo in queste due settimane. Adoro questo il torneo con tutto il mio cuore”. Sono queste le prime parole di Dominic Thiem dopo la sconfitta subita nella finale del Roland Garros contro Rafa Nadal. “Sono molto triste per aver perso ma tu sei un grandissimo campione, una leggenda – ha aggiunto l’austriaco rivolgendosi allo spagnolo – E’ irreale vincere dodici volte qui, ci riproverò di sicuro l’anno prossimo. Non vedo l’ora di tornare qui”.

Share