Cgil, Silp e FP. Tanta propaganda e pochi investimenti. Il 17 aprile presidio e volantinaggio davanti a tutte le Prefetture

Cgil, Silp e FP. Tanta propaganda e pochi investimenti. Il 17 aprile presidio e volantinaggio davanti a tutte le Prefetture

“Siamo spesso oggetto di propaganda e di elogi da parte della politica, ma quando c’è da investire risorse per il nostro nuovo contratto la risposta è nulla. Solo il contratto può restituirci dignità. Dunque, parte il nostro percorso di sensibilizzazione”. Così la Cgil insieme alla categoria del lavoro pubblico, Fp Cgil, e quella della Polizia di Stato, Silp Cgil, motivano l’avvio di una mobilitazione per sensibilizzare la società civile sull’inerzia del governo rispetto al rinnovo contrattuale del comparto sicurezza.

“Il contratto di lavoro, per quel che attiene la parte economica, è scaduto da ormai 4 mesi. La coda contrattuale e la parte normativa relative al vecchio accordo non interessano evidentemente al governo che ancora non ci convoca. Una inerzia e un paradosso inaccettabili che mortificano le lavoratrici e i lavoratori della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria i quali ad aprile dovranno accontentarsi degli spiccioli relativi alla vacanza contrattuale”, fanno sapere le sigle della Cgil.

“Per questo abbiamo deciso di avviare un percorso di mobilitazione presso tutti gli uffici della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria per sensibilizzare, oltre alla categoria, l’intera società civile. Non ci stiamo ad essere prigionieri di un uso propagandistico della sicurezza per fini elettorali. Il lavoro prezioso che viene svolto quotidianamente a tutela dei cittadini e delle Istituzioni merita di essere valorizzato nelle condizioni di vita, di lavoro e nel riconoscimento economico. Solo il rinnovo del contratto può restituire agli operatori di polizia piena dignità”, concludono.

Share