Il bastion contrario. La critica a 360 gradi

Il bastion contrario. La critica a 360 gradi

Il consumo dell’emancipazione

Una delle conseguenze della modernità è il progressivo indebolimento della famiglia in quanto istituzione e agenzia di socializzazione. Ancora oggi tale processo non è affatto avanzato nei paesi arabi e anche per questo motivo li si definisce come paesi dalla modernità incompiuta, per non dire arretrati. Se nel Medio Oriente la famiglia possiede ancora una centralità sociale, negli USA è talmente in crisi che oltre il 50% dei matrimoni finisce con un divorzio. Alcuni studiosi valutano questo andamento in maniera asettica, ossia come un segno del mondo nuovo che sta sorgendo con la globalizzazione e che pone l’indipendenza dell’individuo al centro della società.

Centralità che non è affatto da disprezzare se non fosse che dai legami spesso opprimenti, ma visibili, della famiglia l’individuo è precipitato in quelli altrettanto opprimenti, ma invisibili, del mercato. D’altra parte un divorzio rappresenta, ipso facto, un raddoppio dei consumi perché uno dei due ex coniugi va a vivere altrove e ha bisogno di una serie di beni che prima della separazione erano in condivisione (casa, mobilio, elettrodomestici ecc.). Il divorzio insomma è un gran business per le aziende: più le coppie scoppiano meglio è per loro, più gli individui sono soli e infelici più si sfregano le mani. Sarà per questo motivo che la famiglia è sempre più in crisi man mano che procede l’americanizzazione del mondo? E sarà per lo stesso motivo che la stampa si preoccupa così tanto della condizione delle donne nei paesi arabi?

Share