Genova, muore operaio in stabilimento Ansaldo Energia. La Fiom proclama uno sciopero di otto ore

Genova, muore operaio in stabilimento Ansaldo Energia. La Fiom proclama uno sciopero di otto ore

Un operaio è morto lunedì mattina, poco dopo le 8, nello stabilimento di Ansaldo Energia, a Genova. Secondo le prime informazioni, l’uomo sarebbe stato colpito da un pezzo caduto – forse a causa del forte vento- da una gru. L’uomo lavorava per una ditta esterna. In seguito alla tragedia la Fiom Cgil ha proclamato 8 ore di sciopero, con avvio immediato. Fonti sindacali confermano che l’operaio “era giovane e stava lavorando per una ditta esterna”. Sul posto sono intervenuti i medici del 118. Nei primi cinque mesi del 2018, in Liguria ci sono stati 37 incidenti mortali sul lavoro, mentre nello stesso periodo del 2017 erano stati 22

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, che lavorava per la ditta Geko, stava movimentando un carico (coperture di impianti elettrici di acciaio) insieme con alcuni colleghi e sarebbe stato colpito da un pezzo caduto da una gru, forse a causa del forte vento che da ieri sera soffia sul capoluogo ligure. Secondo una prima ricostruzione, le coperture erano state impilate le une sulle altre quando l’ultimo pezzo si è ribaltato cadendo addosso all’operaio.

La gru e l’area sono state messe sotto sequestro e i sindacati hanno subito dichiarato 8 ore di sciopero. Ansaldo energia devolverà le otto ore di sciopero dei suoi dipendenti alla famiglia dell’operaio morto. “Le maestranze e la direzione aziendale di Ansaldo Energia esprimono profondo cordoglio alla famiglia della vittima dell’incidente accaduto questa mattina in area aziendale – si legge in una nota diffusa dall’azienda – Ansaldo Energia si adopererà in ogni modo per essere vicina ai familiari”.

Share