Retata di dipendenti infedeli in un Comune del foggiano. Timbravano e poi a spasso o ad altre occupazioni

Retata di dipendenti infedeli in un Comune del foggiano. Timbravano e poi a spasso o ad altre occupazioni

I carabinieri di Carpino hanno arrestato per assenteismo una decina di dipendenti del piccolo Comune foggiano. Sono stati tutti posti ai domiciliari.

Le indagini, coordinate dalla procura di Foggia, sono durate un paio di mesi e si sono avvalse dell’utilizzo di telecamere piazzate all’interno della struttura comunale. Secondo fonti investigative gli indagati si allontanavano spesso dal proprio posto di lavoro per motivi estranei ai propri doveri d’ufficio. Solo nelle prossime ore sarà possibile apprendere più particolari dell’operazione che ha fatto lavorare i militari per oltre due mesi. Fondamentale per incastrare i dipendenti infedeli, l’uso delle telecamere e dei rilevamenti delle presenze, o meno dei dipendenti in ufficio, grazie soprattutto all’incastro delle celle telefoniche dei telefonini degli indagati.

Share