Federconsumatori. Trasporti: attivo il servizio di Customer Care di Trenitalia anche per le tratte regionali. È importante valorizzare maggiormente il trasporto regionale su rotaia, fondamentale per tutti i pendolari

Federconsumatori. Trasporti: attivo il servizio di Customer Care di Trenitalia anche per le tratte regionali. È importante valorizzare maggiormente il trasporto regionale su rotaia, fondamentale per tutti i pendolari

La decisione di FS Italiane di creare un servizio di Customer Care, primo in Europa, attivo in Italia sulle tratte regionali servite da Trenitalia dal 19 novembre e dedicato in esclusiva ai pendolari delle tratte regionali è una importante risposta alle continue problematiche e segnalazioni che quotidianamente migliaia di pendolari pongono alla Federconsumatori e a Trenitalia, in termini di pulizia, comfort, puntualità e sicurezza. Il servizio, precedentemente, era attivo unicamente sull’Alta Velocità.

Saranno 320 i ferrovieri addetti al servizio, individuabili grazie ad un gilet rosso, preparati e formati professionalmente ad assistere ed informare le persone che avranno bisogno di assistenza.

A questi si affiancheranno altri 200 addetti alla protezione aziendale, sia a bordo dei treni che in stazione, preparati per prevenire ed affrontare situazioni difficili sul fronte della sicurezza. L’attività di assistenza è supportata da 38 desk e box informativi dislocati nelle principali stazioni dove il personale di Trenitalia è in continuo contatto con le Sale operative regionali cui è affidata un’efficace e centralizzata gestione di ogni eventuale criticità.

In caso di scioperi, interruzioni del servizio, criticità e anormalità è sempre possibile contattare il numero verde gratuito 800.89.20.21.

La Federconsumatori giudica positiva l’estensione del servizio che prima era disponibile solo per l’Alta Velocità. È necessario impegnarsi anche sulle tratte regionali considerate da sempre “la Cenerentola” del trasporto su rotaia.

La Federconsumatori chiede, inoltre, a FS Italiane e a Trenitalia di convocare le Associazioni dei Consumatori iscritte al C.N.C.U al fine di trasferire ad esse maggiore conoscenza per permettere alle stesse di seguire un percorso di riunioni regionali con Trenitalia e condurre un lavoro di monitoraggio sull’efficienza di tale iniziativa.

Share