F1. Gp di Abu Dhabi, ultimo della stagione. Vince ancora Hamilton, su Vettel e Verstappen. Raikkonen ritirato, saluta la Ferrari e Leclerc

F1. Gp di Abu Dhabi, ultimo della stagione. Vince ancora Hamilton, su Vettel e Verstappen. Raikkonen ritirato, saluta la Ferrari e Leclerc

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del Mondiale di Formula 1. Il britannico, con già in tasca il titolo di campione del mondo, scattato dalla pole, ha preceduto sul podio la Ferrari di Sebastian Vettel. Terzo Max Verstappen su Red Bull. Kimi Raikkonen, all’ultima gara con la Ferrari, si è ritirato nel corso del settimo giro. Per Hamilton si tratta dell’11/a vittoria stagionale, la quarta in carriera ad Abu Dhabi. Ai piedi del podio di Yas Marina la Red Bull di Daniel Ricciardo, dalla prossima stagione alla Renault, poi la Mercedes di Valtteri Bottas. Sesto Carlos Sainz (Renault), completano i dieci a punti Charles Leclerc (Sauber), prossimo ferrarista, Sergio Perez (Force India) e le Haas di Romain Grosjean e Kevin Magnussen. Undicesimo Fernando Alonso, all’ultima apparizione in Formula 1, su McLaren. Tra i ritiri quello di Nico Hulkenberg, protagonista di un brutto incidente con la Renault in avvio di gara, fortunatamente senza conseguenze per il pilota.

Onore ad Alonso, che smette, ed a Vettel che nel 2019 sarà più forte. Lewis Hamilton si congeda dal campionato di Formula1 2018 rendendo onore agli avversari. “Quando sono arrivato in F1 avevo una grande ammirazione per Alonso e per quello che aveva ottenuto: mancherà non solo a noi, ma a tutti gli sportivi – dice Lewis -. Quanto a Vettel, lo conosco fin dai tempi della F3, è sempre stato uno duro e onesto, uno che ha fatto sempre un grande lavoro: non si può immaginare quanta pressione noi abbiamo e non dovete considerare i nostri errori come dei fallimenti. Mi aspetto che Seb nel 2019 tornerà più forte”. Poi la gara: “Io vedevo tanto relax al muretto, ma sapevo che era dura in pista. Ringrazio ancora una volta la Mercedes perché i loro calcoli erano giusti. È bello finire così, un grazie particolare ai tifosi: il campionato non sarebbe lo stesso senza di loro”. “Lewis merita di essere il campione. E’ stata un’annata difficile, ho cercato di dare tutto fino all’ultimo giro di oggi. Mi sono divertito, ho recuperato giro dopo giro ma lui controllava il passo”, dice Sebastian Vettel al termine del Gran Premio di Abu Dhabi. “E’ stata una stagione lunga con tantissime gare. Ci riproverò, cercheremo come team di tornare più forti per dare loro ancora più filo da torcere”, ha aggiunto. Infine un pensiero dedicato ad Alonso, all’ultima gara in Formula 1: “Complimenti a Fernando per la sua carriera. Gli ultimi anni sono stati duri per lui, ci mancherà”. “Non è stata una gara semplice, ho avuto un problema in partenza. Lo scatto è stato buono ma il motore ha avuto dei problemi”. E’ l’analisi di Max Verstappen al termine del Gran Premio di Abu Dhabi chiuso sul podio alle spalle del vincitore Hamilton e di Vettel. “Non è stato facile ma abbiamo recuperato delle posizioni nel corso della gara mettendo un po’ di pressione a chi ci stava davanti”, ha spiegato l’olandese della Red Bull. “Credo che ci siamo fermati presto per il pit stop ma abbiamo dovuto farlo per ragioni strategiche. Alla fine sono contento di essere arrivato terzo”, ha aggiunto.

“Non vedo l’ora di entrare nella macchina rossa, questa volta tutta rossa: sara’ emozionante”. Queste le parole di Charles Leclerc, prossimo pilota della Ferrari in vista del Mondiale 2019 di Formula 1. “Sono molto contento di questo primo anno in F1 anche se non posso ringraziare completamente l’Alfa Sauber per tutto quello che mi hanno insegnato quest’anno – ha detto il pilota monegasco, settimo al traguardo, ai microfoni Sky -. Sono un po’ arrabbiato perché speravo in una gara incredibile per chiudere questa stagione ma alla fine è andata comunque bene”. Infine sul pit-stop anticipato che ha limitato la sua prestazione nella seconda parte di gara: “La partenza è stata molto buona ma è stato un peccato sbagliare la strategia con il pit-stop anticipato, qualche volta succede. Speravo di fare qualcosa in più ma con la virtual safety car ci siamo trovati in difficoltà e siamo entrati ai box”, ha concluso Leclerc.

L’ordine di arrivo del Gran Premio di ABU DHABI di Formula 1, ventunesimo e ultimo appuntamento

1. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes in 1h39’40″382 alla media di 183.814 km/h 2. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari +2″581 3. Max Verstappen (Ned) Red Bull +12″706 4. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull +15″379 5. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes +47″957 6. Carlos Sainz (Esp) Renault +72″548 7. Charles Leclerc (Mon) Sauber +90″789 8. Sergio Perez (Mex) Racing Point Force India +91″275 9. Romain Grosjean (Fra) Haas +1 giro 10. Kevin Magnussen (Den) Haas +1 giro 11. Fernando Alonso (Esp) McLaren +1 giro 12. Brendon Hartley (Nzl) Toro Rosso +1 giro 13. Lance Stroll (Can) Williams +1 giro 14. Stoffel Vandoorne (Bel) McLaren +1 giro 15. Sergey Sirotkin (Rus) Williams +1 giro Giro piu’ veloce: Vettel (54°) in 1’40″867 alla media di 198.225 km/h

La classifica del Mondiale piloti Formula 1 dopo il Gran Premio di ABU DHABI

1. Lewis Hamilton (Gbr) 408 punti 2. Sebastian Vettel (Ger) 320 3. Kimi Raikkonen (Fin) 251 4. Max Verstappen (Ned) 249 5. Valtteri Bottas (Fin) 247 6. Daniel Ricciardo (Aus) 170 7. Nico Hulkenberg (Ger) 69 8. Sergio Perez (Mex) 62 9. Kevin Magnussen (Den) 56 10. Carlos Sainz (Esp) 53 11. Fernando Alonso (Esp) 50 12. Esteban Ocon (Fra) 49 13. Charles Leclerc (Mon) 39 14. Romain Grosjean (Fra) 37 15. Pierre Gasly (Fra) 29 16. Stoffel Vandoorne (Bel) 12 17. Marcus Ericsson (Swe) 9 18. Lance Stroll (Can) 6 19. Brendon Hartley (Nzl) 4 20. Sergey Sirotkin (Rus) 1

La classifica del Mondiale costruttori Formula 1 dopo il Gran Premio di ABU DHABI

1. Mercedes 655 punti 2. Ferrari 571 3. Red Bull 419 4. Renault 122 5. Haas 93 6. McLaren 62 7. Racing Point Force India 52 8. Sauber 48 9. Toro Rosso 33 10. Williams 7

Share