A Matera, Capitale europea della cultura 2019, l’arte visionaria di Dalì prende vita tra i Sassi

A Matera, Capitale europea della cultura 2019, l’arte visionaria di Dalì prende vita tra i Sassi

Dalla Grande Muraglia Cinese al tempio di Angkor Wat in Cambogia, dal Taj Mahal indiano ai siti inca di Machu Picchu sono innumerevoli le bellezze elette a meraviglie dell’umanità da parte dell’Unesco, tra le quali si annovera anche l’italiana Matera.

La città dei Sassi, come è meglio conosciuta, ha meritato di recente anche la nomina a prossima Capitale europea della cultura nel 2019, evento che sarà anticipato nei mesi a venire da molti appuntamenti che regaleranno visibilità e prestigio al territorio lucano.

Il 1°dicembre sarà la volta di un esperimento artistico sui generis dedicato a Dalì, dal titolo “Salvador Dalí – La persistenza degli Opposti”, e aperto al pubblico a partire dal 2 dicembre, pensato come una sorta di percorso multisensoriale, psicologico e tematico a cielo aperto che si snoda tra i meandri della cittadina, con circa 150 installazioni ispirate alle più famose opere dell’artista spagnolo, tra cui l’orologio sciolto e l’elefante gigante: sculture grandi e piccole, illustrazioni, opere in vetro, proiezioni virtuali in 3D, ologrammi e realtà aumentata.

Inoltre alcune opere minori saranno in esposizione all’interno del complesso rupestre di Madonna delle Virtù e S. Nicola dei Greci tra i Sassi.

L’organizzazione della mostra è stata seguita dalla Dalì Universe, società che possiede le più grandi collezioni private di opere d’arte dell’artista, insieme al Circolo La Scaletta, associazione culturale impegnata nella conservazione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale della città e dal Comune di Matera, che sta pubblicizzando l’evento in città attraverso manifesti gialli: “Sto arrivando!”.

Grande partecipazione e attesa anche sui social, in particolare è stato aperto un profilo Instagram dedicato sul quale verranno postate tutte le immagini legate all’evento con relativi tag dei partecipanti.

Share