Maltempo, sei le vittime in Italia. Roma in ginocchio, ancora un giorno di chiusura per le scuole. Provvedimenti analoghi in altre città

Maltempo, sei le vittime in Italia. Roma in ginocchio, ancora un giorno di chiusura per le scuole. Provvedimenti analoghi in altre città

Sale il bilancio delle vittime del maltempo che dalla mattinata di lunedì imperversa in tutta Italia. Il conto  è drammatico e parla di almeno 6 vittime. Un ragazzo di 21 anni, originario di Caserta, è stato colpito in pieno da un albero caduto a Napoli ed è morto dopo il suo trasporto in ospedale. Un uomo è invece morto a Terracina, sul litorale laziale, colpito da un arbusto mentre era in auto. A Castrocielo, in provincia di Frosinone, due persone sono morte in una Smart travolta da un albero abbattuto dal forte vento. L’incidente è avvenuto sulla Via Casilina Sud, al km 86, all’altezza di Castrocielo. Un morto anche a Feltre, in provincia di Belluno, travolto da un albero.

In Calabria, nel Mar Ionio, continuano le ricerche degli uomini della Capitaneria di Porto dell’uomo di nazionalità turca disperso da domenica dopo il naufragio di una barca a vela spiaggiata sulla battigia a pochi metri di distanza dal porto di Catanzaro Lido.

A Roma la protezione Civile comunale ha chiesto ‘di limitare gli spostamenti all’indispensabile, in considerazione del possibile peggioramento delle condizioni atmosferiche delle prossime ore e per favorire la circolazione dei mezzi di soccorso. Il maltempo, unito all’incuria, hanno letteralmente messo in ginocchio la città. Decine le strade chiuse per il cedimento dell’asfalto o per i rami di alberi strappati dal vento. Alla luce di tutto questo, il Viminale ha invitato i prefetti “a valutare l’opportunità di limitare, a tutela della pubblica e privata incolumità, gli spostamenti della popolazione e il conseguente aumento dei volumi di traffico, attraverso l’adozione di provvedimenti di chiusura delle scuole e degli uffici pubblici presenti sul territorio, previe intese con l’Autorità scolastica e gli Amministratori locali”. E’ quanto contenuto nella circolare firmata da Matteo Piantedosi, capo di gabinetto del ministero dell’Interno, inviata ai prefetti in considerazione del possibile aggravarsi della situazione meteorologica. Ed ecco allora, immediati, i provvedimenti delle autorità locali.

Anche martedì 30 ottobre, le scuole di ogni ordine e grado nella città di Roma restano chiuse per alunni e studenti, stessa cosa in altre città. tutto il Veneto, provincia di Udine, provincia di Pordenone, tutto il Trentino. Provincia di La Spezia, parte della provincia di Genova, Brescia. E poi nel centro sud con le scuole chiuse a Latina, Frosinone, Cassino, Grosseto e Napoli, Castellammare di Stabia, Ischia, Capri, Pozzuoli, Gragnano.

Share