Nuova tegola giudiziaria per Formigoni. L’ex Governatore di Regione Lombardia condannato in Appello a 7 anni e 6 mesi per il caso San Raffaele-Maugeri

Nuova tegola giudiziaria per Formigoni. L’ex Governatore di Regione Lombardia condannato in Appello a 7 anni e 6 mesi per il caso San Raffaele-Maugeri

L’ex presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni è stato condannato a 7 anni e mezzo di carcere per corruzione nel processo di appello per la storia dei fondi neri della Fondazione Maugeri e dell’ospedale San Raffaele di Milano. In primo grado, nel 2016, Formigoni aveva già subito una condanna, anche se minore (6 anni) in primo grado. La Corte di appello ha confermato anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici già decisa in primo grado.

Secondo l’accusa, tra il 1997 e il 2011 – quando Formigoni era presidente della Regione Lombardia – 61 milioni di euro di fondi della Fondazione Maugeri e del San Raffaele erano stati sottratti illecitamente e usati per pagare tangenti in cambio di favori e rimborsi ai due enti. Formigoni, tra le altre cose, era accusato di aver ricevuto vacanze gratis e l’uso di un lussuoso yacht in cambio di decisioni favorevoli e rimborsi non dovuti per circa 300 milioni di euro. Sono stati condannati anche l’ex direttore amministrativo della Fondazione Maugeri Costantino Passerino (7 anni e 7 mesi) e l’imprenditore Carlo Farina (3 anni e 4 mesi). Pierangelo Daccò e Antonio Simone, accusati di aver gestito i conti correnti dove venivano versati i fondi sottratti dal San Raffaele e dalla Maugeri, avevano patteggiato prima della fine del processo.

Share