Strage dei braccianti in Puglia, primi avvisi di garanzia per sfruttamento del lavoro e intermediazione illecita

Strage dei braccianti in Puglia, primi avvisi di garanzia per sfruttamento del lavoro e intermediazione illecita

Sono arrivate le prime iscrizioni sul registro degli indagati per il gravissimo incidente che ha provocato la morte di 12 braccianti in Puglia. Sono tre gli operatori agricoli raggiunti da un avviso di garanzia per sfruttamento del lavoro e intermediazione illecita (art.603bis del Codice penale) nell’ambito dell’inchiesta sul caporalato conseguente al tragico scontro tra un Tir e un furgone che il 6 agosto scorso, sulla SS16 all’altezza dello svincolo per Ripalta, nelle campagne di Lesina (provincia di Foggia). L’inchiesta è condotta dalla Procura della Repubblica di Larino (nel basso Molise).

Share