Plastiche, parte da Sabaudia la campagna ‘vivere plastic free’ del ministero dell’Ambiente

Plastiche, parte da Sabaudia la campagna ‘vivere plastic free’ del ministero dell’Ambiente

Partirà domenica da Sabaudia centro turistico d’eccellenza del Parco nazionale del Circeo, la campagna del ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare contro la plastica nelle spiagge. L’obiettivo, rileva il ministero in una nota, è sensibilizzare contro l’abbandono della plastica sulle spiagge e promuovere il bando della plastica monouso. Realizzata in collaborazione con il Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri e la Guardia Costiera, l’iniziativa rientra nella più ampia iniziativa di comunicazione #iosonoambiente.

Il ministero dell’Ambiente sta lavorando a una legge per tutelare il mare, ma ogni cittadino può e deve fare la sua parte, come si legge nei consigli contenuti nel volantino del ministero che sarà distribuito nei gazebo allestiti da Carabinieri Forestali e Guardia Costiera. Numerose le località turistiche coinvolte, da Sabaudia a Miramare (Trieste), dall’isola d’Elba (Livorno) e da S. Maria di Castellabate (Salerno) a Lido di Noto (Siracusa).

“Iniziamo dalle vacanze a essere plastic free”, esorta il ministro Sergio Costa. “Una volta compromessa la risorsa mare – prosegue il ministro – non sarà più possibile rinnovarla. Chiedo a ogni cittadino di essere al nostro fianco a tutela della natura e del pianeta terra. #iosonoambiente – prosegue – non è solo uno slogan, ma un modo di essere, a partire dal vivere plastic free. Iniziamo a modificare i nostri comportamenti proprio dalle vacanze al mare”.

La quantità di rifiuti di plastica nei mari è decisamente in aumento e si stima che ogni anno si producano nel mondo 300 milioni di tonnellate di materie plastiche, 8 milioni dei quali finiscono nell’oceano, minacciando specie marine ed ecosistemi, ma anche la salute umana, insieme a turismo, pesca e acquacoltura.

Share