Tour de France. Una tappa come una grande classica. Sagan fa il bis. Colbrelli ancora secondo. Nibali mette la testa fuori. Froome a tutta birra

Tour de France. Una tappa come una grande classica. Sagan fa il bis. Colbrelli ancora secondo. Nibali mette la testa fuori. Froome a tutta birra

Più che una tappa del Tour il percorso era quello delle corse classiche, quelle che sembrano fatte apposta per i passisti dotati di un grande sprint. Quelli che vanno a caccia di successi nelle corse che durano un solo giorno. Non a caso la tappa che ha portato i girini da Lorient a Quimper è stata definita dai cronisti sportivi una piccola Liegi, la grande corsa che lascia con il fiato sospeso fino al traguardo. Ma sempre se la aggiudica un campione di razza. Magari uno che odia le montagne, che non potrebbe mai vincere il Tour ma che fa collezione di traguardi  nelle grandi classiche. E così è andata. Peter Sagan ha di nuovo battuto, proprio sul filo del traguardo, Sonny Colbrelli, l’unico che sembra in grado di contrastare la volata prepotente del campione del mondo che fa il bis dopo la vittoria nella seconda tappa.

La cronaca potrebbe finire qui. Con la vittoria netta di Sagan mentre  a La Roche sur Yon Colbrelli gli aveva dato più filo da torcere. Questa volta è stato lo stesso Colbrelli, un secondo posto dietro Sagan è comunque una bella impresa, a confessare che “mi stavano scoppiando le gambe” e che più di così non poteva fare. Forse aveva lavorato molto anche per arrivare insieme a Sagan, a non lasciar fuggire nessuno. Lo stesso vincitore ammette: “Sono stato fortunato anche oggi. Colbrelli, veramente bravo, era molto vicino a me, proprio come nella seconda tappa. Per fortuna ha mollato negli ultimi dieci metri”.

Una tappa che non ha detto molto. Le poche salite in programma non hanno lasciato alcun segno. Però la corsa ha prodotto qualche verifica sullo stato dei corridori, in particolare di coloro che puntano al successo, come minimo a salire sul podio a Parigi. Allora arriva una buona notizia per i colori italiani. Vincenzo Nibali ha messo la testa fuori, è arrivato nei primi dieci. Lancia la sfida al Team Sky in una  frazione tutta saliscendi, con 5 GPM, con pendenze che non fanno paura ma alle lunghe possono lasciare un segno in una corsa condotta a ritmi elevati. Froome mette i suoi alla frusta per stancare gli avversari, Moscon in prima fila, prima dello strappo verso il traguardo. Ma i grandi favoriti restano tutti insieme e Greg Van Avermat mantiene la maglia gialla anche se perde qualche secondo tra arrivo e intermedi nei confronti di  Gilbert e Alaphilippe. La cronaca è molto scarna. Intanto si registra il ritiro di Michael Matthew, uno dei favoriti, costretto ad andare a casa da un febbrone. Da segnalare una fuga a sette fra cui Chavanel il quale insegue il record di tappe al Tour. Nel frattempo prende un po’ di Gran premi della montagna ma non riesce ad indossare la maglia a pois che passa sulle spalle di Skuiins, primo lettone a diventare leader della montagna al Tour. Sulle salite perdono terreno i velocisti come Kittel, Cavendish e Greipel, che hanno ceduto.

L’ordine di arrivo della 5/a tappa del Tour de France, la Lorient-Quimper di 204.5 km

1. Peter Sagan (SVK/BOR) in 4h48:06 (media: 42,6 km/h); 2. Sonny Colbrelli (ITA/BAH) s.t.; 3. Philippe Gilbert (BEL/QST) s.t.; 4. Alejandro Valverde (ESP/MOV) s.t.; 5. Julian Alaphilippe (FRA/QST) s.t.; 6. Daniel Martin (IRL/EAU) s.t.; 7. Greg Van Avermaet (BEL/BMC) s.t.; 8. Soren Kragh Andersen (DEN/SUN) s.t.; 9. Andrea Pasqualon (ITA/WGG) s.t.; 10. Vincenzo Nibali (ITA/BAH) s.t..

La classifica generale del Tour de France, dopo la 5/a tappa

1. Greg Van Avermaet (BEL/BMC) 18h22:00; 2. Tejay Van Garderen (USA/BMC) + 0.02; 3. Philippe Gilbert (BEL/QST) +0.03; 4. Geraint Thomas (GBR/SKY) +0.05; 5. Julian Alaphilippe (FRA/QST) +0.06; 6. Bob Jungels (LUX/QST) +0.09; 7. Tom Dumoulin (NED/SUN) +0.13; 8. Soren Kragh Andersen (DEN/SUN) +0.13; 9. Rigoberto Uran (COL/EFD) +0.37; 10. Rafal Majka (POL/BOR) +0.52. 15. Christopher Froome (GBR/SKY) +0.57. 17. Vincenzo Nibali (ITA/BAH) +1:08.

Share