Laterizi: Fillea Cgil, “scommettere sul rilancio qualità materiali per buona prevenzione antisismica”

Laterizi: Fillea Cgil, “scommettere sul rilancio qualità materiali per buona prevenzione antisismica”

“Nonostante le difficoltà e la crisi, l’Italia ha una produzione dei materiali per costruzione di altissima qualità, in grado insieme ad una buona progettazione e una corretta esecuzione, di essere la vera garanzia per una prevenzione anti sismica rispettosa del territorio e della bellezza mediterranea. Occorre sostenere questi settori con una politica intelligente di incentivazione della domanda che sia mirata e premi chi investe in ricerca ed innovazione valorizzando le nostre specificità mediterranee”. Così  dichiara Alessandro Genovesi, a latere dell’Assemblea  Generale 2018 dell’Andil, l’Associazione di rappresentanza delle imprese dei laterizi .

“In Italia vi sono oltre 100 siti produttivi nel settore dei laterizi che, insieme ad un processo di concentrazione ,stanno conoscendo una lenta ripresa dell’uso degli impianti, dopo una crisi di 9 anni: sono aziende legate al territorio che stanno scommettendo su lavorazioni avanzate. Lavorazioni che dai tamponamenti ai blocchi alleggeriti in pasta potrebbero contribuire ad una ricostruzione dei nostri borghi (a partire da quelli colpiti dal terremoto di due anni fa) assicurando non solo il mantenimento della loro bellezza, ma anche carichi e strutture più leggere ed elastiche, per natura più “antisismiche”. Dobbiamo, nel rispetto della neutralità dei materiali, tenere conto anche di questo.  Ovviamente anche le imprese devono fare la propria parte, fare sistema nella filiera dei materiali, parlare sempre di più con una voce sola e costruire con le forze sindacali e del territorio un vero e proprio manifesto per il “buon costruire”. Come Sindacato e come FILLEA CGIL in particolare non faremo mai mancare il nostro contributo di idee e proposte per rilanciare il settore”.

Share