F1, Gran Premio d’Ungheria. Vince Hamilton, che sale a 213 punti, su Vettel, 189, e Raikkonen, 146. Mercedes in testa anche tra i costruttori

F1, Gran Premio d’Ungheria. Vince Hamilton, che sale a 213 punti, su Vettel, 189, e Raikkonen, 146. Mercedes in testa anche tra i costruttori

Lewis Hamilton vince all’Hungaroring il Gp di Ungheria, dodicesima prova del mondiale di F1, ultima prima della pausa estiva. Gara in solitaria di Hamilton dopo essere scattato dalla pole. La Ferrari va sul podio con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Il tedesco passa nel finale Bottas e limita i danni in classifica, lasciando il Mondiale aperto alla ripresa. Per l’altra Mercedes del finlandese, che chiude quinto alle spalle di Ricciardo una gara in funzione di Lewis. Hamilton conduce la classifica piloti del Mondiale di F1 2018 con 24 punti di vantaggio sul rivale Vettel che ha pagato anche un pit stop più lento del normale. I piloti si prenderanno una pausa di circa un mese, per poi darsi l’appuntamento in Belgio domenica 26 agosto.

Hamilton: “sono riuscito a condurre una gara di gestione del passo”

“E’ stata una giornata bellissima, ma davvero molto dura. E’ davvero un bonus per noi portare a casa questi punti”, ha detto Lewis Hamilton, a Sky, dopo la vittoria a Budapest. “Siamo arrivati qui, sapendo che le Ferrari sarebbero state davvero veloci. Io sono riuscito a condurre una gara di gestione del passo. E’ andato tutto bene, devo ringraziare tutto il team per il lavoro che ha svolto”, ha aggiunto il britannico della Mercedes. “Adesso c’è la pausa e io sono davvero contento per come siamo andati forti nelle ultime gare. Non starò certo a riposarmi. Non mi piace, farò molte attività, perché preferisco allenarmi, in modo da essere pronto per la ripresa del Mondiale”.

Vettel deluso: “secondo posto era il massimo possibile”

“Il secondo posto non era quello che volevamo in questo weekend, ma era il massimo che potessimo ottenere oggi”. Così Sebastian Vettel ha commentato al termine del Gran Premio di Ungheria. “I problemi al pit stop? Non lo so, forse è rimasto un po’ bloccato il posteriore. E’ stata una gara dura, eravamo un po’ fuori posizione per la velocità che avevamo, pensavamo di poter essere all’altezza di Lewis per il passo”, ha spiegato il ferrarista. “E’ stata una sorpresa, abbiamo provato a partire con le gomme più dure, mi sono trovato al terzo posto, è stato complicato capire quando rientrare”. Inoltre, aggiunge il ferrarista, “dopo il pit stop ci siamo trovati dietro Bottas, ma non riuscivo a superarlo perché le sue gomme erano fresche. Mi sono trovato un po’ di spazio per superarlo negli ultimi giri e ha funzionato. Ero fiducioso di superarlo alla fine”.

Raikkonen: “prendiamoci questi punti e pensiamo alla prossima gara”

“Il doppio podio è il meglio che potessimo sperare per oggi”: Kimi Raikkonen ha commentato così al termine del Gran Premio di Ungheria. “Chiaramente è lontano dall’ideale, soprattutto per la partenza. Abbiamo dovuto alzare il piede dall’acceleratore. Dopo la sosta di Bottas non c’era possibilità di superarlo, l’unica opzione era quella di fermarsi di nuovo e poi riprovarci”, ha proseguito. “Almeno una posizione l’abbiamo recuperata. Ma la velocità era ottima, potevamo fare di più. Prendiamoci questi punti e pensiamo alla prossima gara”, ha aggiunto.

L’ordine d’arrivo del Gran Premio di Ungheria di Formula 1, dodicesimo appuntamento in calendario, disputato su 70 giri dell’Hungaroging, pari a 306,630 km:

1. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes in 1h37’16″427 alla media di 189,134 Km/h 2. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari a 17″123 3. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 20″101 4. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull 46″419 5. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 50″000 6. Pierre Gasly (Fra) Toro Rosso 1’13″273 7. Kevin Magnussen (Den) Haas 1 giro 8. Fernando Alonso (Esp) McLaren 1 giro 9. Carlos Sainz (Esp) Renault 1 giro 10. Romain Grosjean (Fra) Haas 1 giro 11. Brendon Hartley (Nzl) Toro Rosso 1 giro 12. Nico Hulkenberg (Ger) Renault 1 giro 13. Esteban Ocon (Fra) Force India 1 giro 14. Sergio Perez (Mex) Force India 1 giro 15. Marcus Ericsson (Swe) Sauber 2 giri 16. Sergey Sirotkin (Rus) Williams 2 giri 17. Lance Stroll (Can) Williams 2 giri Giro piu’ veloce: Ricciardo (46°) in 1’20″012 a 197,115 Km/h

Le classifiche del Mondiale di Formula 1 dopo il Gran Premio di Ungheria

Piloti: 1. Lewis Hamilton (GBR) 213 punti, 2. Sebastian Vettel (GER) 189, 3. Kimi Raikkonen (FIN) 146, 4. Valtteri Bottas (FIN) 132, 5. Daniel Ricciardo (AUS) 118, 6. Max Verstappen (OLA) 105, 7. Nico Hulkenberg (GER) 52, 8. Kevin Magnussen (DAN) 45, 9. Fernando Alonso (SPA) 44, 10. Sergio Perez (MES) 30, 11. Carlos Sainz Jr (SPA) 30, 12. Esteban Ocon (FRA) 29, 13. Pierre Gasly (FRA) 26, 14. Romain Grosjean (FRA) 21, 15. Charles Leclerc (MON) 13.

Costruttori: 1. Mercedes 345 punti, 2. Ferrari 335, 3. Red Bull 223, 4. Renault 82, 5. Haas 66, 6. Force India 59, 7. McLaren-Renault 52, 8. Toro Rosso-Honda 28, 9. Sauber 18, 10. Williams 4.

Share