17° Festival teatrale di Resistenza. Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria. A Gattatico (Reggio Emilia). I prossimi due spettacoli

17° Festival teatrale di Resistenza. Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria. A Gattatico (Reggio Emilia). I prossimi due spettacoli

Venerdì 13 luglio (ore 21.30) va in scena “LE SORELLE PROSCIUTTI. UNA STORIA VERA” di Teatri Reagenti con Francesca Grisenti ed Eva Martucci, regia di Massimo Donati e musiche originali di Davide Zilli.

Lo spettacolo mette in scena la vicenda di un paese e di una vallata del parmense, quella di Langhirano, dove una piccola azienda di produzione di prosciutti diventa nel dopoguerra il rinomato prosciuttificio Fassoni. Ma la rincorsa di lontani modelli economici, la trasformazione industriale fagocitata dalla globalizzazione, la produttività fine a se stessa trasformano gli antichi saperi in un confuso ricordo, trascinando tradizioni e rapporti interpersonali. Il prosciuttificio realizzato con sacrificio dal partigiano Leonildo seguirà cosi all’inizio del nuovo millennio il destino di molte altre piccole aziende a conduzione familiare. Quella che non si perde però è la speranza, di continuare “a fare del buon prosciutto” guardando a nuovi modi di produzione e ripensando il lavoro.

La Compagnia

“…Teatri  Reagenti  nasce  da  una  formula  chimica:  prendi  un  gruppo  di  attori,  registi,  autori  e  tecnici,  distillane  l’esperienza  in  campo  teatrale,  mescola  con  una  forte  coscienza  civile  e  metti  a  contatto  con  la  realtà  contemporanea…”.

Domenica 15 luglio, sempre alle ore 21.30, il Teatro dell’Elfo presenta “LA MOGLIE. VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI UN SEGRETO” di e con Cinzia Spanò, regia di Rosario Tedesco.

Lo spettacolo si ispira alla vita di Laura, la moglie del fisico Enrico Fermi, nel periodo da lei trascorso a Los Angeles durante la seconda guerra mondiale dove era stata costretta a scappare per le leggi razziali. Proprio in quegli anni, il ‘Progetto Manhattan’ coinvolge suo marito Enrico neĺla messa a punto della bomba atomica. La lacerazione dell’uomo di scienza diviso fra conoscenza e potere è restituita dal punto di vista della moglie, che si deve misurare con il lato oscuro del marito e con eventi che cambieranno la storia.

La Compagnia

“Cinzia Spanò, attrice tra le più attive del panorama milanese, nella scorsa stagione teatrale ha conquistato il pubblico dell’Elfo come autrice e interprete del monologo LA MOGLIE, diretto da Rosario Tedesco e prodotto dal Teatro dell’Elfo. Con questo testo Cinzia ha anche ottenuto il premio Donne e Teatro – drammaturgia femminile 2017”.

Il Festival Teatrale di Resistenza dell’Istituto Cervi anche quest’anno porta in scena, dal 7 al 25 luglio 2018 nel parco del Museo Cervi di Gattatico (Reggio Emilia), sette compagnie di rilievo nazionale individuate sulla base del Bando di Concorso uscito a febbraio, che ha visto la partecipazione di oltre 100 produzioni da tutta Italia.

Come nelle passate edizioni, il debutto coincide con la storica data del 7 luglio, 58° anniversario dei Caduti del 7 luglio 1960, mentre la premiazione delle Compagnie vincitrici ha luogo il 25 luglio, nella serata di rievocazione della storica pastasciutta antifascista della famiglia Cervi. Due date storiche che definiscono il perimetro e i rimandi del Festival di Resistenza, nato ed ispirato dal legame tra i Cervi e i Sarzi, teatranti girovaghi, la cui permanenza nella casa dei Campirossi contribuì ad avviare l’antifascismo alla Resistenza.

All’interno di questa cornice storica, le serate del cartellone mettono in scena sul palco di Casa Cervi 7 spettacoli di Teatro Civile attenti alle questioni del tempo presente e all’attualizzazione dei temi e dei valori fondanti della Resistenza.

Il Festival è ideato e promosso da Istituto Alcide Cervi insieme aCooperativa Boorea, con il sostegno di Pro.Ges. e il patrocinio di: Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, Provincia di Reggio Emilia, Provincia di Parma,Comune di Reggio Emilia, Comune di Parma e Comune di Casalmaggiore. Il Festival è reso possibile grazie alla collaborazione e al contributo di: Festival ErmoColle, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Arci Parma, Indiosmundo, Associazione Culturale dAi Campi Rossi, Strada dei Vini e dei Sapori Colline di Scandiano e Canossa.

Share