Roma. Federconsumatori. Dopo la figuraccia in Mondovisione per le buche durante l’ultima tappa Giro, Corte Conti apre indagine

Roma. Federconsumatori. Dopo la figuraccia in Mondovisione per le buche durante l’ultima tappa Giro, Corte Conti apre indagine

 ”L’ormai tristemente nota questione delle buche di Roma continua ad essere al centro delle cronache. Dopo quanto accaduto a conclusione del Giro d’Italia, quando le disastrose condizioni delle strade hanno portato alla neutralizzazione dell’ultima tappa, la Corte dei Conti ha aperto un’indagine sui costi per le riparazioni last minute del manto stradale”, afferma Federconsumatori, secondo cui la capitale ha fatto ”una figuraccia in mondovisione”. Anche se non è ancora possibile parlare di cifre precise, l’associazione osserva che secondo i magistrati ”i ‘rammendi’ realizzati in tutta fretta nonostante l’evento fosse programmato da tempo e rivelatisi comunque inefficaci e inadeguati per il passaggio dei corridori, hanno causato una vera e propria emorragia nelle casse capitoline”. Quello di domenica scorsa ”è stato l’ultimo episodio di una saga, a cui i cittadini romani assistono impotenti ormai da troppo tempo. Non si tratta solo della pessima immagine della città offerta agli occhi degli spettatori di tutto il mondo ma di una questione più ampia e grave, di un’amministrazione comunale che, nonostante mille promesse, si disinteressa di fatto della qualità dei servizi e della vita nella città. L’evidente lassismo dimostrato dal Campidoglio è assolutamente inaccettabile”.

”Il sindaco Raggi e il suo entourage si sono presentati ai romani come la squadra del cambiamento ma ad oggi gli unici mutamenti a cui abbiamo assistito sono decisamente peggiorativi” dichiarano i Presidenti di Federconsumatori nazionale e Federconsumatori Lazio, Emilio Viafora e Stefano Monticelli. ”La qualità della vita a Roma ha subìto un crollo e romani e turisti devono affrontare ogni giorno una giungla fatta di disservizi, inefficienze e disagi”.

Share