Intercettati a Fiumicino 11 chili di eroina purissima, a trasportarli un finto imprenditore mediorientale

Intercettati a Fiumicino 11 chili di eroina purissima, a trasportarli un finto imprenditore mediorientale

Undici chili di eroina purissima, proveniente dal Pakistan, e un narcotrafficante arrestato. E’ questo il bilancio di una operazione dei finanzieri del Comando Provinciale di Roma, in collaborazione con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. A cadere nella fitta rete dei controlli, questa volta, è stato un cittadino pakistano in arrivo da Lahore (Pakistan), in transito allo scalo romano proveniente da Abu Dhabi (Emirati Arabi) e diretto in Spagna dopo una sosta a Roma.

Il narcotrafficante, nelle vesti di un impeccabile, ma finto imprenditore mediorientale, pur ostentando estrema sicurezza e preparazione professionale di tutto punto, ha attirato l’attenzione dei finanzieri.

Così, l’attento controllo, eseguito dai militari ha consentito di scoprire all’interno di un ingegnoso doppiofondo, ricavato nelle pareti del bagaglio al seguito, ma perfettamente sigillato, delle buste contenenti la polvere bianca, pronta a partire verso le rinomate e frequentate spiagge dell’Andalusia.

L’elevata purezza dell’enorme quantitativo di eroina sequestrata avrebbe consentito alle organizzazioni criminali di immettere sul mercato, grazie al viaggio di un solo corriere, oltre 250mila dosi che avrebbero garantito ai trafficanti guadagni per circa due milioni e mezzo di euro.

Share