Omicidio-suicidio alla periferia di Roma. Madre uccide la figlia di 18 anni e poi si toglie la vita

Omicidio-suicidio alla periferia di Roma. Madre uccide la figlia di 18 anni e poi si toglie la vita

Una 43enne e la figlia 18enne sono state trovate morte a Cecchina, vicino a Roma, da vigili del fuoco e carabinieri intervenuti per spegnere un incendio divampato nel loro appartamento. La ragazza, che era sul pianerottolo di casa, è stata uccisa con alcune coltellate mentre la madre sarebbe stata vista salire sulla terrazza della palazzina e lanciarsi giù. L’ipotesi più accreditata è quella dell’omicidio-suicidio. Alcuni vicini avrebbero sentito la donna e la figlia litigare. Le due vivevano da sole in quell’appartamento e sembrerebbe che discutevano spesso. Gli investigatori effettuano ulteriori accertamenti e rilievi per escludere con certezza eventuali coinvolgimenti di altre persone. E intanto i pompieri hanno spento l’incendio divampato nell’abitazione che è stata dichiarata inagibile.

Share