Strage di Erba, è morto Carlo Castagna

Strage di Erba, è morto Carlo Castagna

E’ morto Carlo Castagna, l’uomo mite e del perdono, che nella strage di Erba (Como) ha perso la moglie Paola, la figlia Raffaella e il piccolo nipote Youssef. L’uomo si è spento nella notte tra venerdì e sabato, assistito dai figli Pietro e Giuseppe.

I funerali  si celebreranno nel pomeriggio di lunedì a Erba. Profondamente religioso, era giunto, come detto, a perdonare gli autori del massacro e aveva donato alla Caritas la casa teatro dell’eccidio in cui erano state uccise quattro persone, mentre una quinta era rimasta gravemente ferita ma era sopravvissuta diventando il teste principale contro Olindo Romano e Rosa Bazzi. Paola Galli, moglie di Carlo, la loro figlia Raffaella Castagna e il figlio di Raffaella, Youssef, di poco più di due anni, erano stati uccisi a colpi di spranga e a coltellate. Così come la loro vicina di casa, Valeria Cherubini, intervenuta con il marito Mario Frigerio, che sopravvisse alla strage, perché nell’appartamento di Raffaella era scoppiato un incendio, appiccato degli assassini.

“Oggi papà ci ha lasciati – scrivono i figli -. Ne abbiamo passate tante insieme, ma tu eri per noi sempre una guida, un esempio da seguire e da ammirare, e pur sapendo che adesso sarai felice perché hai ritrovato la tua Polly, Raffaella e il piccolo Fefè a noi lasci una voragine di vuoto immensa e ci mancherai infinitamente. Riposa in pace papà”.

Share