Orrore a Pollenza (Macerata): fatta a pezzi e nascosta in una valigia la 18enne scomparsa da una Comunità

Orrore a Pollenza (Macerata): fatta a pezzi e nascosta in una valigia la 18enne scomparsa da una Comunità

Sarebbe di Pamela Mastropietro, 18 anni, di Roma il cadavere trovato nella mattinata di mercoledì nascosto in due valigie trovate in una scarpata a Pollenza. La ragazza, era fuggita da una comunità di recupero di Corridonia, un centro del maceratese, nei giorni scorsi e della sua scomparsa si era occupata anche la trasmissione ‘Chi l’ha visto’. Subito era partito l’appello sui social network, anche da parte dei cittadini e dell’amministrazione comunale della città, ma ora pare che il giallo abbia preso la peggiore delle svolte possibili.

La giovane è fuggita senza telefono né documenti, portando con sé una grande valigia, tipo trolley, di colore rosso e blu e proprio rossa è una delle due valigie trovate nella scarpata con i macabri resti. In queste ore sono già iniziati gli esami degli specialisti del Ris dei Carabinieri, che dovranno confermare se quei resti trovati senza vestiti, senza tracce di sangue e per perfettamente ripuliti, siano della ragazzina romana.

I carabinieri di Macerata, che stanno svolgendo le indagini, stanno comunque lavorando per trovare nuove e più approfondite conferme. Le due valigie sono state avvistate e segnalate da un automobilista di passaggio che ha pensato si trattasse di refurtiva di un furto o forse anche di droga. Pamela, 18 anni, era originaria di Roma: era arrivata a Corridonia da poche settimane; quando è scappata dalla comunità, aveva lasciato sia il telefonino che i documenti. Con sè si era portata solo un trolley con alcuni effetti personali. Non era la prima volta che la ragazza tentava la fuga da strutture di ricovero.

Share