Ancora arresti, perquisizioni e sequestri ad Ostia. In campo decine di carabinieri

Ancora arresti, perquisizioni e sequestri ad Ostia. In campo decine di carabinieri

Continua, senza soluzione di continuità, il massiccio impegno dei Carabinieri del Gruppo di Ostia nell’attività di controllo del territorio con numerosi servizi preventivi e repressivi dei reati in genere, sul litorale. Nella sola giornata di venerdì sono stati controllati oltre 83 veicoli, identificate 194 persone ed effettuate molteplici perquisizioni personali e domiciliari, verificando anche il rispetto delle prescrizioni imposte ai soggetti che beneficiano degli arresti domiciliari.

I risultati non si sono fatti attendere: sono infatti state arrestate due ventenni romane, di cui una già nota alle forze dell’ordine, per spaccio di sostanze stupefacenti; due pregiudicati agli arresti domiciliari di cui uno per evasione e l’altro per detenzione ai fini dello spaccio di droga.

In particolare, le donne, già monitorate nell’ambito di una più ampia attività d’indagine che ha utilizzato sofisticate apparecchiature investigative, sono state segnalate come in arrivo con un’auto in via dell’Appagliatore ad Ostia, per la consegna di una partita di droga. Bloccate e arrestate dai Carabinieri, avevano un discreto quantitativo di cocaina ben occultata nel mezzo di trasporto.

Controllando tutte le persone che beneficiano degli arresti domiciliari presso le proprie abitazioni, i militari hanno riconosciuto e arrestato un primo detenuto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio che, si trovava tranquillamente in strada.

Un altro detenuto agli arresti domiciliari per reati contro la persona e il patrimonio e legato al ben noto clan Fasciani, senza alcuna preventiva autorizzazione, girovagava all’esterno dell’abitazione; la persona è stata bloccata e ricondotta agli arresti domiciliari, come nuovamente disposto dal giudice.

Successivamente, i carabinieri sono entrati nell’abitazione di un altro arrestato ai domiciliari il quale, evidentemente non gradendo l’inaspettata visita, si è subito scagliato contro i militari operanti, procurandogli anche delle lesioni.

Immobilizzato immediatamente l’individuo, i carabinieri hanno perquisito accuratamente la sua abitazione riuscendo a rinvenire numerosi dosi di eroina e di mannite, abilmente nascosta e pronta per essere venduta, nonché sostanza da taglio, del materiale per il confezionamento con annesso bilancino e la somma di quasi mille euro, presunto provento dell’illecita attività di spaccio.

L’uomo è stato quindi nuovamente arrestato e, oltre a rispondere di violenza a P.U., sarà accusato anche di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel frattempo, la compagna era stata fermata e arrestata sotto casa poiché sorpresa da un’altra pattuglia appostata in servizio di osservazione mentre cedeva una dose di eroina.
Determinante nell’operazione l’olfatto del cane antidroga “Dyablo”, che si è dimostrato un vero “diavolo” contro i malfattori, riuscendo a recuperare la droga in apposite tasche occultate all’interno del cofano motore dell’auto e in una nicchia ricavata nel ripostiglio dell’abitazione del detenuto agli arresti domiciliari.
Sempre ad Ostia, nel corso di mirati servizi nella zona di Ostia Ponente sono stati arrestati e sottoposti agli arresti domiciliari due giovani incensurati in possesso di vario quantitativo di cocaina e hashish nonché sono state denunciate 3 persone, già note alle forze dell’ordine, in quanto avevano occupato senza alcun titolo l’immobile ove dimoravano, sottraendo anche l’energia elettrica con un allaccio abusivo al contatore condominiale.

Share