Maltempo. Dopo la neve e il ghiaccio, ora l’emergenza sono le alluvioni e le esondazioni. Critica la situazione in Emilia Romagna e Toscana

Maltempo. Dopo la neve e il ghiaccio, ora l’emergenza sono le alluvioni e le esondazioni. Critica la situazione in Emilia Romagna e Toscana
Il ‘generale inverno’ non concede tregua e l’emergenza da neve diventa emergenza acqua. Critica la situazione in Emilia Romagna: esondazioni e rotture di argini dal parmense al modenese, abitanti evacuati, secondo le ultime informazioni sarebbero almeno 1000 le persone che sono state costrette a lasciare le loro abitazioni, o comunque a mettersi al riparo nei piani alti degli stabili. Le situazioni più critiche a Brescello, Colorno, Sorbolo. Dalla notte interventi di protezione civile. La Protezione civile regionale invita i cittadini a restare lontani dalle aree interessate dagli allagamenti.
Si aggrava, infatti, la situazione per i comuni rivieraschi dell’Emilia Romagna colpiti dalle piogge che dalla giornata di ieri hanno continuato a cadere con intensità soprattutto nelle province di Parma, Reggio Emilia e Modena. Al lavoro volontari, vigili del fuoco, funzionari e tecnici dei servizi d’area dell’agenzia di Protezione civile, delle prefetture, di Aipo e dei Comuni. Le situazioni più critiche a Brescello, in provincia di Reggio Emilia, dove stamattina si è rotto l’argine del fiume Enza, in località Lentigione. Vigili del fuoco, con il supporto dei volontari stanno evacuando dei cittadini. Un migliaio i cittadini coinvolti. Anche a Sorbolo, in provincia di Parma, località Casaltone, sono in atto evacuazioni della popolazione residente in area golenale, per esondazione dell’Enza. L’Aipo (Agenzia interregionale Fiume Po) sta intervenendo assieme a squadre di volontari per mettere in sicurezza la zona. A Colorno, in provincia di Parma, infiltrazioni del torrente Lorno hanno provocato l’interruzione della strada provinciale numero 6. Sul posto volontari e vigili del fuoco. Si sta procedendo alla sistemazione di sacchi di sabbia e la popolazione che abita nelle aree golenali a ridosso del torrente è stata fatta spostare ai piani alti delle abitazioni. E a Colorno i vigili del fuoco hanno recuperato con un gommone tre persone e un cane da un’abitazione invasa dalle acque a seguito dell’esondazione. Sempre nel parmense in nottata, a causa dell’esondazione del torrente Enza, sono state evacuate 20 persone a Casalbaroncolo.
Piena del Secchia nel modenese, con il superamento della soglia 3. Tecnici e volontari stanno intervendo per creare rialzi arginali; sono in arrivo dal Centro logistico regionale di Bologna macchine insacchettatrici e 10 mila sacchi di sabbia. Continuano i disagi anche su molte strade appenniniche, rese impraticabili per la pioggia gelata e i rami caduti per effetto dei forti venti, sulle quali stanno intervenendo da ieri sera squadre di vigili del fuoco e volontari. I tecnici di Enel sono al lavoro da ieri pomeriggio per la riattivazione di oltre 12 mila utenze elettriche disattivate per effetto del maltempo.
Share