Capodanno 2018 in Italia, tra mostre d’arte e grandi appuntamenti a teatro

Capodanno 2018 in Italia, tra mostre d’arte e grandi appuntamenti a teatro

Nel lungo week end di Capodanno le mostre più importanti della stagione resteranno aperte e in alcuni casi, come Van Gogh a Vicenza e Picasso a Genova, fino alle due del mattino nella notte di San Silvestro. Intanto, si inaugurano ad Agrigento una rassegna su Pirandello e la cultura artistica del suo tempo e ad Ostana (Cuneo) un’esposizione incentrata sul mondo rurale tra ‘800 e ‘900. AGRIGENTO – Dal 29 dicembre al 21 gennaio l’Auditorium Lizzi del Museo Archeologico Regionale ‘Pietro Griffo’ ospita la mostra dal titolo ‘Luigi Pirandello e la cultura artistica fra Ottocento e Novecento’. L’evento espositivo intende riscoprire la passione e l’interesse per le arti figurative del drammaturgo siciliano, cui rivolse l’attenzione critica con testimonianze e scritti. Il percorso si snoda attraverso circa 30 opere di maestri quali Sartorio, de Chirico, Mafai, Raphael, De Pisis, Trombadori, Gemito, con una particolare attenzione all’esperienza artistica di Fausto Pirandello, e quindi della Scuola Romana a cui fu legato. OSTANA (CUNEO) – Si intitola ‘Il mondo rurale tra ‘800 e ‘900 la mostra allestita dal 30 dicembre al 2 aprile negli spazi del Centro polifunzionale e culturale Lou Pourtoun. La rassegna vuole essere un’esplicita testimonianza del rapporto intessuto dagli artisti italiani con il mondo contadino. A testimoniarlo le opere, tra gli altri, di Guttuso, Migneco, Morando, Zigaina, Pizzinato, Fattori, de Pisis, Sironi, capaci di valorizzare la campagna e la sua terra. ROMA – San Silvestro e Capodanno nel segno del contemporaneo con le mostre del Maxxi, ben sette tra arte, architettura, fotografia, scienza e design. Tra queste ecco ‘Gravity. Immaginare l’Universo dopo Einstein’ che ripropone, con le più diverse suggestioni, le risposte alle grandi domande sullo spazio e la vita. Oppure ‘Atlante’ di Luigi Ghirri, un progetto cardine della storia della fotografia italiana contemporanea. Ancora allestita ‘Zaha Hadid e l’Italia’, il dovuto omaggio al grande architetto scomparso che ha progettato il museo romano. Nel prossimo lungo week end, il Maxxi sarà aperto per San Silvestro dalle 11.00 alle 17.00, mentre l’1 gennaio (che cade di lunedì, giorno di chiusura del museo) rispetterà eccezionalmente l’orario 11.00-19.00. Di grande richiamo, l’imperdibile mostra dal titolo ‘Picasso. Tra Cubismo e Classicismo 1915-1925’, allestita negli spazi delle Scuderie del Quirinale. I circa 110 capolavori, provenienti dai maggiori musei del mondo, che ricostruiscono le atmosfere e le suggestioni del viaggio in Italia compiuto da Picasso nel 1917, potranno essere ammirati nelle festività del Capodanno con i seguenti orari: il 31 dicembre dalle ore 10 alle ore 15, invece l’1 gennaio dalle ore 16 alle ore 20. Apertura per tutto il week end anche al Complesso del Vittoriano, dove è ospitata ‘Monet. Capolavori dal Muse’ e ‘Marmottan, Parigi’, in cui sono allestiti i dipinti più conosciuti e amati, ma anche quelli che l’artista aveva voluto tenere per sè, nella sua personale collezione. Ecco gli orari: a San Silvestro dalle 9.30 alle 15.30, a Capodanno dalle 15.30 alle 20.30. MILANO – Porte aperte a Palazzo Reale per le festività con i seguenti orari: l’ultimo dell’anno dalle 9.30 alle 14.30, mentre il primo dalle 14.30 alle 18:30. La sede espositiva milanese ospita le maggiori rassegne del periodo, prima fra tutte ‘Dentro Caravaggio’, dove per la prima volta le tele del Merisi sono affiancate dalle rispettive immagini radiografiche per seguire e scoprire il percorso dell’artista dal suo pensiero iniziale fino alla realizzazione finale dell’opera. A Capodanno la mostra resterà aperta fino alle 22.30. A Palazzo Reale anche ‘Toulouse Lautrec. Il mondo fuggevole’ che attraverso oltre 250 opere fa scoprire l’importanza artistica del pittore bohemien. VICENZA – Apertura straordinaria nella notte di San Silvestro per la grande mostra ‘Van Gogh. Tra il grano e il cielo’, che ha portato negli spazi della Basilica Palladiana 43 meravigliosi dipinti e 86 straordinari disegni del genio olandese. La bellissima esposizione, in grado di fare entrare il visitatore nel laboratorio dell’anima di Van Gogh, dove si sono formate le sue immagini, potrà essere visitata il 31 dicembre dalle 9 alle 2 della notte, a Capodanno invece l’orario sarà dalle 10 alle 20. GENOVA – Anche la grande rassegna ‘Picasso. Capolavori del Museo Picasso, Parigi’, allestita fino al 6 maggio negli spazi di Palazzo Ducale, resterà aperta l’ultimo dell’anno fino a notte inoltrata. La mostra, che presenta una preziosa selezione di oltre 50 opere, provenienti dal Museo Picasso di Parigi, e dalle quali il genio spagnolo non si era mai voluto separare fino alla morte, per San Silvestro rispetterà l’orario dalle 9.30 alle 2 (ultimo ingresso all’una), mentre il primo gennaio si potrà visitare dalle 9.30 alle 19.30.

Gli appuntamenti del grande teatro

Dalle risate di Gigi Proietti e Rocco Papaleo, a Roma, alla lunga notte con Sal Da Vinci a Napoli o la ”Festa esagerata” di Vincenzo Salemme a Milano. E poi ancora Monica Guerritore e Woody Allen a Firenze, un classico Goldoni a Genova per Jurij Ferrini o la Napoli di Massimo Ranieri e un Pasolini per Massimo Popolizio, entrambi ancora a Roma: è la lunga notte di Capodanno, tra brindisi e applausi, da festeggiare nel week end a teatro. ROMA – Si ride (ma non solo) nel Capodanno della capitale dove all’Auditorium Parco della Musica Gigi Proietti torna in scena, per una notte sola, con il suo spettacolo record ”Cavalli di battaglia”. Alla Sala Umberto, invece, cena, spettacolo e brindisi di mezzanotte con Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi in ”Bukurosh mio nipote”, ovvero il sequel, in prima nazionale, de ”I suoceri albanesi” di Gianni Clementi (in cartellone fino al 14 gennaio). E ancora, al Teatro Olimpico Maurizio Battista è mattatore di ”Scegli una carta”, spettacolo che nel titolo fa un po’ il verso alle scelte della vita dove si giocano tante carte, alcune giuste e altre meno. E nel quale sarà accompagnato dal mago Silvan con le sue grandi illusioni (fino al 21 gennaio). Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Giovanni Veronesi debuttano invece il 27 dicembre all’Ambra Jovinelli in ”A ruota libera” chiacchierata musicale sulla vita, sul cinema e sullo spettacolo con brindisi e buffet (fino al 7). Speciale San Silvestro anche per Massimo Ranieri, fino al 31 al Quirino Gassman con classici della canzone napoletana anni ’50 e ’60 “vestiti” di jazz: dopo lo spettacolo, la platea si trasforma in pista da ballo con gli anni ’70 dei Tree Gees. Ci si scatena anche al Sistina, con Sabrina Marciano, Luca Ward, Sergio Muniz, Paolo Conticini in ”Mamma mia!” (fino al 7), mentre il Teatro de’ Servi si tinge di giallo con il ”39 scalini” diretto da Leonardo Buttarono (fino al 7). E si festeggia anche all’Argentina con il ritorno del premiatissimo ”Ragazzi di vita” che Massimo Popolizio dirige da Pier Paolo Pasolini (fino al 7). MILANO – Al Manzoni è Vincenzo Salemme il padrone di casa di ”Una festa esagerata”, sua nuova commedia che con brindisi e panettone accoglierà il nuovo anno (fino all’1 gennaio). Speciale Capodanno anche al Nuovo con Ale e Franz in ”Recital”, “best of” dei loro 25 anni di carriera, mentre al Franco Parenti Paolo Triestino e Nicola Pistoia sono in scena con un classico della commedia francese, ”La cena dei cretini” che lo stesso Francis Veber ha portato anche al cinema con grandissimo successo (fino al 7). Infine, all’Elfo Puccini, uno dopo l’altro, il 31 si festeggia tra ”Una patatina nello zucchero” con Luca Toracca nel monologo di Alan Bennett; ”Cous Cous Klan”, lo spettacolo di Carrozzeria Orfeo; e Cous Cous Party finale. NAPOLI – Grande notte di Capodanno all’Augusteo con Sal Da Vinci che, come ormai da tradizione, va in scena dopo brindisi e panettone, alle 2 del mattino, con ”Italiano di Napoli” (fino al 7). Al Diana sono invece Biagio Izzo e Rocio Munioz Morales i protagonisti di ”Dì che ti manda Picone… Antonio fu di Pasquale”, ideale sequel del film di Nanny Loy dell’84 (fino al 7). Balli e spettacolo fino all’alba al Bellini, con lo Speciale Capodanno di ”Dignità autonome di prostituzione”, titolo ormai cult di Luciano Melchionna. Per l’occasione, infiniti dollari agli spettatori con cui ”pagare” le performance dei vari attori (fino al 7). E a dieci anni dall’ultima volta, Nino D’Angelo torna a indossare i panni di ‘Ntonio Esposito, “cresciuto alla scuola della strada, dove si passa senza esami”, ne ”L’ultimo scugnizzo” di Raffaele Viviani, al Trianon (fino al 7) FIRENZE – Ancora cinema a teatro con ”Mariti e mogli”, lo spettacolo che Monica Guerritore ha tratto dal film di Woody Allen, in scena a La Pergola con, tra gli altri, Francesca Reggiani (fino al 2). Al Verdi, invece, si balla con il ”Grease” della Compagnia della Rancia (fino al 31). Icona di stile e musa di grandi fotografi, Drusilla Foer al Niccolini a Capodanno si racconta in una speciale versione deluxe di ”Eleganzissima”. GENOVA – Una comunità di poveri pescatori, due matrimoni combinati e uno da fare, la giustizia. Per fine d’anno il Teatro della Corte si trasforma in Chioggia e, da domani, accoglie ”Le baruffe chiozzotte” di Carlo Goldoni, nella versione italiana ”tradotta” da Natalino Balasso e diretta e interpretata da Jurij Ferrini (dal 28 dicembre al 7 gennaio). Al Della Tosse, Emanuele Conte e Michela Lucenti debuttano proprio il 31 ne ”Il maestro e Margherita” dal capolavoro di Bulgakov (fino all’11 febbraio).

Share