Il M5S con Giuliana Di Pillo si prende il Municipio di Ostia. Ma è la fuga dal voto la vera notizia, alle urne solo il 33,60% degli aventi diritto

Il M5S con Giuliana Di Pillo si prende il Municipio di Ostia. Ma è la fuga dal voto la vera notizia, alle urne solo il 33,60% degli aventi diritto

 

Alla fine di una campagna elettorale devastata dalle pressioni della criminalità organizzata, che nella sostanza delle cose ha macchiato il libero diritto al voto, Ostia, con una partecipazione elettorale minoritaria, che ha totalizzato il 33,60% di partecipazione al voto, ha il suo nuovo Presidente, o meglio la sua nuova Presidente. Il Municipio marino di Roma ha eletto, infatti, la sua nuova minisindaca con un netto voto a favore di Giuliana Di Pillo (M5S) che ha totalizzato il 59,7% staccando nettamente Monica Picca (Centrodestra), che si è attestata ad un passo dal 40%. Quella della Di Pillo è comunque una vittoria a metà, visto che il suo quasi 60% è il 60% di un 33,60% della popolazione del lido di Roma che si è recata al voto. Il dato significativo oltre alla vittoria non certamente contestabile della candidata pentastellata è l’assenza dalle urne di oltre 100mila aventi diritto. In buona sostanza la nuova Presidente del Decimo ha convinto ad andare a votare per lei il 59,7% dei 62.378 cittadini che hanno varcato le porte dei seggi elettorali. Passiamo poi ai numeri del prossimo Consiglio Municipale che si insedierà nelle prossime ore, facendo tramontare il triste periodo del Commissariamento. Ai 5 Stelle andranno 15 Seggi, che sono la maggioranza bulgara dell’aula, quanto alle opposizioni dovranno accontentarsi di nove poltroncine divise in questo modo: due a Fratelli d’Italia, due a Forza Italia, due al Pd, una a Laboratorio Civico X (coalizione delle sinistre), una a Casapound e una alla lista civica Bozzi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share