Roma. Incredibile ma vero. Un tecnico della pallavolo ed esperto nella diffusione dei gadget di Pinocchio, assunto in Campidoglio nello staff del Bilancio. Miracoli della Raggi e del suo assessore Lemmetti

Roma. Incredibile ma vero. Un tecnico della pallavolo ed esperto nella diffusione dei gadget di Pinocchio, assunto in Campidoglio nello staff del Bilancio. Miracoli della Raggi e del suo assessore Lemmetti
Ci eravamo abituati a tutto, ai repentini cambi di staff, ai defenestramenti degli assessori, più o meno importanti, alle dimissioni degli stessi, ai cambi al vertice delle municipalizzate, all’allenatore di rugby, ma all’arruolamento di un tecnico di volley, nella squadra dell’assessorato al Bilancio, questo Raggi non ce lo doveva proprio fare. Ironizzare sulle dinamiche che hanno portato l’assessore Lemmetti a contrattualizzare Cristiano Battaglini, 43enne preparatore delle giovanili di pallavolo nella toscanissima Camaiore, sarebbe fin troppo facile, visto che poco ci azzecca, come direbbe Di Pietro, un esperto di Volley in un assessorato, come quello al Bilancio, fatto di numeri e matematica, ma la Raggi, purtroppo ci tira per la giacchetta.
 
L’arruolamento del Battaglini si è consumato poco meno di due settimane fa e la motivazione, ci perdoni la Raggi, non ci sembra adeguata al ruolo ricoperto nel recente passato dallo stesso Battaglini ovvero, come è scritto nella delibera 218, passata in Giunta il 9 ottobre, supportare e coordinare i rapporti del Lemmetti, assessore strappato a Livorno, con “istituzioni, enti pubblici, società private, organismi rappresentativi di cittadini e tutti i correlati aspetti afferenti alle attività pubbliche e di relazione di natura politica, economica e giuridica”.
 
Dunque un allenatore a tutto tondo e che dovrebbe regolare e coordinare i rapporti dell’Amministrazione di Roma Capitale, in un ruolo apicale e di primo livello. Andrebbe anche bene se invece della complessa amministrazione di Roma Capitale, si trattasse della nazionale di pallavolo, ma qui è la Capitale che affida, per decisione dell’assessore Lemmetti, un ufficio decisamente strategico ad un uomo, ci auguriamo di essere smentiti e lo auguriamo soprattutto al nuovo collaboratore, che quanto a bilancio sembrerebbe decisamente un pesce fuor d’acqua.
 
Va detto però che la fiducia è fiducia e dunque Lemmetti punta tutto sulla conoscenza decennale che lo lega al Battaglini, poco conta se nel curriculum, poi, non ci siano, decisamente i numeri giusti per ricoprire quell’incarico, che gli verrà comunque retribuito con poco più di 40mila euro l’anno, soldi che portano a 3,5 milioni di euro le somme destinate agli staff della maggioranza 5Stelle, alla faccia della cura dimagrante promessa e solo in parte realizzata.
 
Se poi parliamo delle esperienze extrasportive del neo assunto, ci incuriosisce il ruolo ricoperto nella ‘Pinocchio store Collodi srl’, società specializzata nella commercializzazione dei gadget del famoso burattino. Quanto poi alle motivazioni fornite dall’Assessore Lemmetti nel motivare la richiesta e la scelta dell’uomo ci sarebbe poco da dire se l’assessorato fosse quello allo sport, molto invece, se si tratta di quello al Bilancio.
 
Ecco le motivazioni del Lemmetti messe nero su bianco dal quotidiano la Repubblica: “Nella delibera di assunzione, evidenziando ‘la complessità e delicatezza delle proprie funzioni politico- istituzionali’, Lemmetti rileva infatti ‘la necessità di una figura in possesso di elevati doti di riservatezza, capacità di lavorare in team e in grado di fornire il suddetto supporto nei rapporti di carattere istituzionale in maniera trasversale sulle diverse materie delegate’. Doti indispensabili, specie alla luce del carattere fiduciario dell’incarico”. Con un pensiero malizioso guardiamo a Collodi ed a Pinocchio…
 
Share