Dramma della disperazione a Como, padre si suicida e provoca la morte di tutti i suoi 4 figli

Dramma della disperazione a Como, padre si suicida e provoca la morte di tutti i suoi 4 figli

Si aggrava il bilancio dell’incendio divampato nella mattinata di venerdì in un appartamento a Como: due bambine e il fratellino più piccolo sono morti in ospedale, speranze c’erano state per una quarta bambina che era stata portata in un primo momento all’ospedale di Cantù (Como) e dopo alcune ore trasferita in ambulanza all’ospedale Buzzi di Milano dove è morta nonostante i tentativi di salvarle la vita. In mattinata la bambina aveva dato qualche segno di ripresa, ma, purtroppo, ogni cura è stata inutile.

Il padre di 49 anni, di nazionalità marocchina, si è suicidato in casa.

L’uomo lavorava in proprio ed era regolare sul territorio italiano mentre la moglie pare abbia problemi psicologici e per questo motivo non era in casa in quanto si trova in cura presso una struttura. Tutta la famiglia era seguita dai servizi sociali di Como e si trovava in una situazione di evidente difficoltà.

Secondo una prima, incredibile, ricostruzione l’uomo, di nazionalità marocchina, con regolare permesso di soggiorno, si sarebbe tolto la vita e potrebbe avere appiccato lui stesso l’incendio, volontariamente.

All’interno dell’appartamento infatti sarebbe stato ritrovato materiale accatastato, che farebbe presupporre che l’incendio sia stato appiccato da qualcuno all’interno dell’abitazione.

Il rogo è divampato nella prima mattinata. A lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa che hanno visto il fumo uscire dall’abitazione: in pochissimi minuti cinque squadre dei vigili del fuoco, quattro ambulanze e tre volanti della polizia con i vigili urbani hanno raggiunto la palazzina.

L’appartamento, in un palazzina residenziale in posizione panoramica, è di proprietà di una fondazione benefica, che lo mette a disposizione di famiglie bisognose.

 

 

Share