Roma. Riparte L’Aperossa, Festival itinerante di Musica, Cinema e Memoria Condivisa. A cura dell’AAMOD

Roma. Riparte L’Aperossa, Festival itinerante di Musica, Cinema e Memoria Condivisa. A cura dell’AAMOD

Sei eventi gratuiti, dal 15 al 24 settembre, animeranno le strade dei quartieri OstienseSan Paolo e Testaccio. In programma concerti jazz, visite guidate e proiezioni cinematografiche all’aperto. L’Aperossa, appuntamento tradizionale dell’Estate Romana, torna a percorrere le vie della capitale, con una proposta culturale che mescola memoria e contemporaneità. L’iniziativa è organizzata dall’ Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico con il sostegno di SIAE – Società degli autori ed editori ed Euroma2 – Movie Experience.

Condividere la memoria di una Roma ormai sparita, tirarla fuori dalle soffitte polverose e riportarla in piazza. Raccontare i quartieri come erano una volta stando nei quartieri come sono oggi. L’Aperossa dell’AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico), sbuffando sulle sue tre piccole ruote, attraverserà Testaccio, San Paolo e Ostiense con questo spirito e questa voglia di radunare le persone attorno ai loro ricordi.

L’Aperossa, realizzata grazie al sostegno della SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori ed Euroma2 – Movie Experience, è ormai da qualche anno un appuntamento fisso dell’Estate Romana, promossa da Roma Capitale – Assessorato alla crescita culturale. Un evento culturale unico, che unisce musica, cinema, storia e tradizione. L’edizione 2017, in programma dal 15 al 24 settembre, ha in calendario sei eventi gratuiti in tre luoghi simbolo di altrettanti quartieri storici: Centrale Montemartini (Ostiense – 15 e 16 settembre), Parco Schuster (San Paolo – 21 e 22 settembre), MACRO (Testaccio – 23 e 24 settembre).

Ogni volta verrà proposto uno spettacolo musicale, un documentario dedicato alla prima edizione dell’Estate Romana (1977), un walkabout per le vie del quartiere (a cura di Urban Experience), alla scoperta della sua storia, e un film italiano d’autore, scelto tra quelli che hanno partecipato a festival e mostre, nazionali o internazionali. Inoltre, in ogni quartiere verrà proiettato un documentario originale che ne celebra la memoria, realizzato per l’occasione dall’AAMOD con materiale d’archivio.

Share