Migranti, nuova ondata di arrivi in Puglia e Calabria. Regge, a fatica, la macchina dell’accoglienza umanitaria

Migranti, nuova ondata di arrivi in Puglia e Calabria. Regge, a fatica, la macchina dell’accoglienza umanitaria
Ancora una serie di ondate di migranti sta letteralmente mettendo a serio rischio la macchina dell’accoglienza messa in campo da Prefetture, Protezione Civile e Comuni. Oltre 1500 sono gli arrivi nelle ultime ore, in particolare in Puglia, dove è stata dirottata una unità della Marina Militare britannica ed in Calabria, dove invece è approdata una nave della Marina Militare tedesca. 
In entrambi i casi mobilitate tutte, o quasi, le risorse umane che hanno provveduto ai controlli sanitari, di polizia e successivamente del trasporto e dell’alloggio dei migranti. Ma veniamo al consueto ‘bollettino dell’accoglienza’ che quotidianamente interessa decine di comuni portuali del sud Italia. 
A Bari sono sbarcati oltre 640 migranti nordafricani. Erano a bordo della nave Hms Echo della Marina britannica. Il primo a scendere dalla nave è stato un uomo con ferite di arma da fuoco risalenti, con molta probabilità a prima del viaggio. Trasportate in ospedale immediatamente anche alcune donne incinte. Analogo scenario nel porto calabrese di  Corigliano, dove è arrivata la nave militare tedesca Rhein con a bordo 923 migranti. Il gruppo è composto da 595 uomini, 121 donne, delle quali 14 incinte e 203 minori. I migranti sono tutti subsahariani.
Solo a conclusione dello sbarco sarà possibile sapere quanti sono i minori non accompagnati. Sulla nave ci sono anche sette feriti ma non gravi. Un nucleo familiare composto da padre, madre ed un figlio minore, che erano a bordo della Rhein, sono stati sbarcati a Pozzallo a causa delle ferite gravi dell’uomo. Per gli altri, i primi accertamenti sanitari non hanno evidenziato patologie gravi. Sul posto, coordinati dalla Prefettura di Cosenza, sono presenti le autorità portuali, le forze dell’ordine e le associazioni di volontariato. Le operazioni di sbarco, per l’elevato numero di migranti, saranno effettuate tra oggi e domani. I migranti saranno poi trasferiti in diverse Regioni in base al piano del Viminale. I minori non accompagnati resteranno in Calabria.
Share